XI incontro diocesano promosso dal Servizio per la Pastorale liturgica in collaborazione col Piams: verranno ripresi i contenuti del Simposio di Zurigo del 2011. Venerdì 23 concerto in Sant’Angelo

Cori

Poco più di un anno fa (8-11 settembre 2011), a Zurigo si è tenuto un Simposio internazionale organistico promosso dall’associazione Orgel 2011, in collaborazione col Dipartimento di Musica della Hochschule der Künste di Zurigo, le Musikhochschulen di Basilea, Berna e Lucerna, il dipartimento di Musicologia dell’Università di Zurigo, con la partecipazione della Chiesa cattolica e della Chiesa riformata del Cantone di Zurigo, e con il concorso di numerosi altri Enti e Associazioni.

All’importante appuntamento internazionale – rivolto a tutti coloro che in Europa, specie nel mondo della cultura, della Chiesa e della politica, si occupano di musica d’organo, di arte organaria, di tutela del patrimonio, di eventi musicali -, il Pontificio Istituto Ambrosiano di Musica Sacra (PIAMS) non solo ha preso parte diretta, ma ha anche trasmesso, per l’occasione, un apprezzato messaggio augurale.

I lavori si sono conclusi con una Risoluzione – redatta da un gruppo di esperti e approvata dall’Assemblea plenaria del Simposio -, nella quale viene sollecitata una maggiore attenzione da parte di specialisti e operatori di settore, come anche delle istituzioni civili ed ecclesiali, per la conservazione e il sostegno ai valori culturali di cui l’Organo a canne è l’espressione.

L’XI Convegno diocesano per Organisti e Direttori di coro – che, promosso dal Servizio per la Pastorale Liturgica dell’Arcidiocesi di Milano in collaborazione con il Piams, avrà luogo sabato 24 novembre presso l’Aula Magna dell’Università Cattolica del Sacro Cuore(largo Gemelli 1, Milano) – intende essere l’occasione in cui far ulteriormente risuonare le autorevoli conclusioni dei lavori del Simposio, e aprire nuove  prospettive di sviluppo sotto il profilo della formazione organistica e organaria, ad ampio spettro, senza dimenticare le esigenze del servizio organistico alle realtà ecclesiali di base.

In tal senso, in mattinata, all’introduzione di monsignor Mario Delpini, Vicario generale della Diocesi, si succederanno le relazioni del professor Leonardo Trotta – che prese parte ai lavori di Zurigo – e del maestro monsignor Vincenzo De Gregorio, preside del Pontificio Istituto di Musica Sacra in Roma e Consulente musicaledell’Ufficio Liturgico Nazionale della Cei. A queste seguiranno quelle del maestro monsignor Gian Luigi Rusconi e del maestro professor Alessandro La Ciacera, rispettivamente preside e docente di Organo e Composizione organistica del Piams e, infine, dell’architetto Carlo Capponi, responsabile dell’Ufficio Beni Culturali dell’Arcidiocesi di Milano. Ai lavori della mattinata sono stati invitati, tra gli altri, il Console generale della Confederazione Elvetica a Milano e gli assessori alla Cultura della Regione Lombardia, delle Province e dei Comuni sede di provincia presenti nel territorio della Diocesi.

La sessione pomeridiana, guidata da don Cesare Pavesi, responsabile della Sezione Musica sacra della Curia arcivescovile di Milano, svilupperà – con il contributo di competenza e di esperienza del maestro Alberto Sala, organista titolare del Duomo di Novara, una riflessione sul ruolo dell’organista parrocchiale nel quadro della riflessione di “Zurigo 2011”.

Il convegno sarà preceduto, venerdì 23 novembre, alle 21, presso la chiesa di S. Angelo (piazza S. Angelo 2, Milano), dall’evento “Luci d’organo. Percorsi nella musica organistica per la liturgia ambrosiana”, condotto dal dottor. Gian Nicola Vessia, del Conservatorio di Musica “G. Verdi” di Como, con esecuzioni all’organo del maestro professor Alessandro La Ciacera, di Stefano Borsatto e di Isaia Ravelli, allievi del corso di organo e composizione organistica del Piams.

Info e iscrizioni: tel. 02.89406400 – events@unipiams.org

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi