Consacrate e consacrande di tutta Italia si ritroveranno a Chiusi della Verna (Ar) per un tempo di preghiera e confronto. Spunti di riflessione saranno le relazioni del teologo Carlo Rocchetta e della psicologa Marilena Civetta

foto 1389522
ROMA 03-04-2007 CEI CONFERENZA STAMPA A CHIUSURA DEL CONSIGLIO PERMANENTE DELLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA DI S.E. MONS. GIUSEPPE BETORI , ALLA QUALE SONO INTERVENUTI IL NUOVO DIRETTORE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI DON DOMENCO POMPILI E IL NUOVO SOTTO SEGRETARIO DON MAURO RIVELLA

«Nulla vi è di genuinamente umano che non trovi eco nel loro cuore» (GS 1): questo è il tema dell’Incontro Nazionale dell’Ordo Virginum delle diocesi italiane, che si terrà dal 28 al 31 agosto a Chiusi della Verna (Ar) e sarà dedicato all’approfondimento della costituzione pastorale Gaudium et spes, perché «le gioie e le speranze, le tristezze e le angosce degli uomini d’oggi, dei poveri soprattutto e di coloro che soffrono, sono pure le gioie e le speranze, le tristezze e le angosce dei discepoli di Cristo» (GS 1).

A 50 anni dalla celebrazione del Concilio Vaticano II, questo messaggio, rivolto a tutti i cristiani, è ancora attuale e assume un valore particolare per le vergini consacrate nel mondo: si tratta di donne, consacrate pubblicamente dal Vescovo diocesano, che scelgono di vivere la propria sponsalità con Cristo e il servizio alla Chiesa immerse nella quotidianità fatta di lavoro, relazioni sociali e amicali, come lievito che fermenta la massa e profezia di cieli nuovi e terra nuova. È la più antica forma di consacrazione, risalente ai primi secoli del cristianesimo, e allo stesso tempo  rispecchia tutta la freschezza e l’entusiasmo del Concilio, che ne ha ripristinato il rito, gioiello della liturgia del V secolo.

Per vivere con sempre maggiore slancio e autenticità la chiamata a essere “segno” nel mondo, consacrate e consacrande provenienti da tutta Italia si incontreranno, come ogni anno, per un tempo di confronto e preghiera, fraternità e condivisione. Gli spunti di approfondimento saranno offerti dalle relazioni di monsignor Carlo Rocchetta, teologo e direttore del Centro Familiare “Casa della tenerezza”, e della psicologa Marilena Civetta sul tema “Gesù ha amato con cuore di uomo” (GS 22), e dalla riflessione di padre Lamberto Crociani, docente di liturgia, su “La vergine consacrata partecipe del tempo presente”.

Parteciperanno all’Incontro, presiedendo le celebrazioni liturgiche, l’Arcivescovo di Firenze, cardinale Giuseppe Betori; l’Arcivescovo di Arezzo-Cortona-Sansepolcro, monsignor Riccardo Fontana; il vescovo di Livorno, monsignor Simone Giusti; monsignor Mario Meini, vescovo di Fiesole, e monsignor Carlo Ciattini, vescovo di Massa Marittima-Piombino.

Info: 335.1240066; mad@maddalenamazzeschi.it, www.ordovirginum.org

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi