Incontro di preghiera a cui sono attesi da tutta Italia circa 250 responsabili, guidati ad ascoltare insegnamenti sulla famiglia e sui giovani. Tra i relatori monsignor Pierantonio Tremolada

Alpha

Il 13 e il 14 giugno prossimi a Rho (Milano) è in programma “Vivo”, un incontro di preghiera organizzato da Alpha Italia, che vedrà coinvolte diverse realtà ecclesiali, come Nuovi Orizzonti e Mistero Grande. Importanti anche i relatori, tra i quali il Vescovo ausiliare di Milano monsignor Pierantonio Tremolada, Vicario episcopale per l’Evangelizzazione.

Annunciare la Buona Novella a chi ancora non la conosce è lo scopo principale di ogni battezzato, la missione alla quale si è chiamati, qualsiasi sia il modo scelto per farlo. Alpha è uno dei tanti metodi per evangelizzare: è strutturato su una decina di serate che prevedono la condivisione di una cena, l’ascolto di un breve discorso e un dibattito finale, durante il quale si possono condividere liberamente le proprie riflessioni. Alpha si svolge in chiese, bar, caffetterie e case di tutto il mondo. È un’introduzione pratica alla fede cristiana, progettata principalmente per chi non ha fede. Il percorso, infatti, è studiato per avvicinare alla conoscenza di Dio anche i più lontani e fare in modo che sperimentino la sua misericordia, per poi esserne guariti e sanati. È davvero rivolto a chiunque sia curioso di materia religiosa. Gli insegnamenti sono ideati per favorire il dibattito ed esplorare i principi fondamentali della fede cristiana, in un ambiente libero e informale.

Alpha è attualmente eseguito in quasi ogni ambiente: dalle chiese ai caffè, dalle università alle scuole, alle carceri. Ad aprile ha avuto inizio la prima esperienza italiana nella piccola cappella del carcere di Rovigo, organizzato da consacrati e laici della “Comunità Villaregia”. La metodologia è simile al corso tradizionale, con piccole differenze dovute ai tempi e alla sicurezza. Attualmente sono coinvolte una decina di persone esterne che, insieme al Cappellano, stanno facendo un incredibile lavoro per facilitarne l’organizzazione. Visto il successo dell’iniziativa e l’interesse crescente, nel mese di settembre sarà organizzato un incontro con alcuni direttori, cappellani e volontari a Roma, organizzato con Prison Fellowship Italia, che si occupa da anni ormai del recupero e dell’accompagnamento di ex-detenuti.

In carcere molte persone avvertono un senso di disperazione e hanno un profondo desiderio di trovare il valore della vita. Gesù è l’unico che può soddisfarlo, che può donare un nuovo significato all’esistenza di coloro che si sono perduti. È solo attraverso il suo amore e il suo perdono, infatti, che si può auspicare di ritrovare se stessi, di riemergere dagli errori compiuti, decidendo di voltare pagina definitivamente e di cambiare la propria vita, con la notevole conseguenza di ridurre anche i tassi disperatamente alti di recidiva. «Ero morto nelle mie vecchie abitudini e sono risorto in Cristo a una nuova vita. Gli errori che ho fatto sono passati e ho chiesto a Dio di perdonarmi», dice Shane Taylor, ex-carcerato in Gran Bretagna, salvato e guarito proprio dopo aver frequentato un corso Alpha durante il periodo di detenzione.

Afferma padre Raniero Cantalamessa: «Da diversi anni ho rapporti con Alpha, amicizie profonde: ci siamo trovati più volte sia con la comunità di Londra, sia con gruppi Alpha in giro per il mondo. Dunque è molto nota la mia simpatia sia per i fondatori, sia per i leader, sia per la realtà stessa di Alpha; quindi non posso che rallegrarmi che il metodo sia presente anche in Italia perché non può che fare tanto bene».

Attualmente Alpha si tiene in numerose parrocchie e realtà italiane. Il metodo è attualmente realizzato in 169 Paesi e parla 112 lingue: 24 milioni di persone hanno già frequentato il corso. In gennaio, durante l’incontro con monsignor Rino Fisichella, presidente del Pontificio Consiglio per la Nuova Evangelizzazione, è stata evidenziata la crescente attenzione dei Parroci verso questo metodo di evangelizzazione, aumentato in un solo anno del 220%. «Alpha ha uno scopo ben preciso. Qualche volta negli incontri a Londra ho detto: giustamente vi chiamate Alpha, ciò vuol dire che è un inizio, e come inizio o introduzione delle persone alla fede è un metodo veramente efficace!», conclude padre Raniero.

«È stato emozionante assistere alla enorme crescita di Alpha, a soli due anni dall’introduzione del metodo di evangelizzazione nel nostro Paese – dice Gaetano Cammarata, Coordinatore Alpha Italia -. Alla luce di tale sviluppo abbiamo pensato di organizzare “Vivo”, che vuole donare ai leader cristiani, impegnati nelle attività pastorali, un tempo di crescita e ristoro. Siamo certi che Alpha potrà fare molto per l’evangelizzazione dell’Italia e per la trasformazione della società, perché risponde al grande mandato di Gesù: Andate e predicate il Vangelo a ogni creatura».

Info: tel. 380.1929636 (lunedì 10-13, venerdì 14-19); informazionialpha@gmail.com; www.alpha.org/italia

 

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi