Costituivano la sua biblioteca personale

Tettamanzi

Il cardinale Dionigi Tettamanzi ha donato alla città di Milano la sua biblioteca personale: oltre novemila volumi che entreranno a far parte del patrimonio delle biblioteche civiche milanesi.
Si tratta per lo più di testi a stampa di teologia, spiritualità, bioetica, ma numerose sono anche le opere di esegesi biblica e dei Padri della Chiesa, così come quelle di argomento storico e filosofico.

Libri di studio e di consultazione, insomma, che conservati fino ad oggi negli appartamenti arcivescovili saranno ora depositati presso la Biblioteca Centrale Sormani di Milano, per essere quindi collocati in un apposito fondo e destinati alla pubblica fruizione, dopo le necessarie operazioni di archiviazione e catalogazione.
Il trasferimento dei volumi è stato curato dai collaboratori del giornale di strada Scarp de’ Tenis.  

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi