Alle 21 serata online con la testimonianza di Giovanni Tulino, missionario a Ta Khmau

image001

Che cosa significa fare il missionario in un contesto in cui ci sono solo cinque cattolici? È quello che sta vivendo padre Giovanni Tulino, missionario del Pime a Ta Khmau, alla periferia della capitale cambogiana Phnom Penh. Dove quasi nessuno ha mai sentito nominare Gesù. E dove il Covid-19 sta imponendo un rigido isolamento. E così la missione è fatta oggi più che mai di attesa e amore gratuito. Nell’ambito dei Mercoledì del Pime, padre Giovanni racconterà la sua esperienza mercoledì 28 aprile, alle ore 21, in diretta a questo link.

Qui un approfondimento da «Mondo e Missione»

 

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi