È il successore di monsignor Giuseppe Merisi, che ha rinunciato al governo pastorale della Diocesi per raggiunti limiti di età. Alla solenne cerimonia presenzia anche il cardinale Scola, Metropolita di Lombardia

Malvestiti

Domenica 26 ottobre la Chiesa di Lodi saluta il solenne ingresso in diocesi del suo nuovo Vescovo, monsignor Maurizio Malvestiti, nominato lo scorso 26 agosto da papa Francesco e successore di monsignor Giuseppe Merisi, sacerdote ambrosiano, che ha rinunciato al governo pastorale in conformità al can. 401 §1 del Codice di Diritto Canonico. Alla cerimonia di ingresso presenzierà anche il cardinale Angelo Scola, Arcivescovo di Milano e Metropolita di Lombardia.

Il nuovo Vescovo

Nato a Marne (Bg) il 25 agosto 1953, monsignor Malvestiti, sacerdote della Diocesi di Bergamo, è stato ordinato sacerdote nel 1977. Nella Diocesi di Bergamo è stato educatore, insegnante, vicerettore in Seminario e Vicario parrocchiale. Cappellano di Sua Santità dal 1996 e Prelato dal 2006, fino alla nomina episcopale ha ricoperto l’incarico di sottosegretario della Congregazione per le Chiese Orientali. In Vaticano è stato anche responsabile dell’Ufficio Studi e Formazione, membro delle Commissioni bilaterali tra la Santa Sede e gli Stati di Israele e Palestina, docente nel Pontificio Istituto Orientale e rettore della chiesa di San Biagio degli Armeni in Roma. 

Il congedo di monsignor Merisi

Monsignor Giuseppe Merisi era stato eletto Vescovo di Lodi il 14 novembre 2005. Nato il 25 settembre 1938 a Treviglio (provincia di Bergamo, Diocesi di Milano), è stato ordinato sacerdote nel 1971. Già Provicario generale della Diocesi, è stato nominato Vescovo ausiliare nel 1995 ed è stato Vicario episcopale per la Zona pastorale III (Lecco). Trai suoi incarichi, la presidenza della Commissione episcopale della Cei per il servizio della Carità e la Salute, quella della Caritas Italiana e quella della Consulta ecclesiale nazionale degli organismi socio-assistenziali.

Monsignor Merisi ha salutato la Diocesi di Lodi il 19 ottobre, con una Messa di ringraziamento alla quale hanno partecipato migliaia di fedeli, tra i quali gli amministratori dei 61 Comuni lodigiani e il presidente della Provincia. «Ringrazio tutti, sarò sempre vicino al Lodigiano», ha detto Merisi nell’occasione. Il 22 ottobre, inoltre, il Consiglio comunale gli ha consegnato la cittadinanza onoraria. Monsignor Merisi risiederà a Stezzano (provincia e Diocesi di Bergamo), presso il Santuario della Madonna dei campi. 

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi