Alla vigilia di S. Ambrogio l’Arcivescovo, attraverso il tradizionale intervento per la festa del patrono, inaugurerà in modo solenne le celebrazioni del XVII centenario dell’Editto di Milano

Discorso alla Città 2011

Il 7 dicembre la Chiesa ambrosiana celebra la solennità di S. Ambrogio (334 c. – 397), patrono della Chiesa ambrosiana e della città di Milano, nel giorno anniversario della sua ordinazione episcopale, avvenuta nel 374. Alla vigilia, giovedì 6 dicembre alle 18, presso la Basilica di S. Ambrogio, l’Arcivescovo presiederà la celebrazione dei primi Vespri e terrà il Discorso alla Città, prima della Salmodia. All’inizio della celebrazione l’Abate monsignor Erminio De Scalzi rivolgerà un saluto al Cardinale e ai presenti. Accompagnerà la celebrazione la Cappella Musicale del Duomo diretta dal maestro don Claudio Burgio.

Quest’anno, con il Discorso alla Città intitolato “L’editto di Milano: Initium Libertatis”, l’Arcivescovo inaugurerà in modo solenne le celebrazioni del XVII centenario dell’Editto di Milano, illustrandone il significato religioso, civile e culturale e le sfide che pone al nostro tempo. A questo evento si collegheranno le inaugurazioni del progetto/mostra di Costantino al Museo Diocesano e di altre iniziative culturali della città. Nel gennaio 2013, poi, il Discorso sarà oggetto di riflessione negli incontri zonali che i rispettivi Vicari episcopali terranno con gli amministratori locali e i rappresentanti delle istituzioni civili del territorio. Analoga ripresa e approfondimento del Discorso sarà a cura anche dei centri culturali cattolici.

Riguardo al XVII Centenario dell’Editto di Milano è già stato stilato un calendario con celebrazioni, eventi civili, appuntamenti culturali, momenti ecumenici e interreligiosi. “Liberi per credere” è il titolo che farà da filo rosso per le manifestazioni previste. Un progetto molto ricco che vedrà la Chiesa ambrosiana riflettere sulla libertà religiosa, sulla laicità, sull’ecumenismo e sul ruolo delle religioni nel dibattito pubblico.

La tradizione della Liturgia vespertina della festa patronale, in cui l’Arcivescovo rivolge alla città e alla Diocesi il suo tradizionale discorso, come occasione per rileggere nell’attualità il magistero di Ambrogio, era stata rilanciata dal cardinale Giovanni Battista Montini e perdura di anno in anno per iniziativa degli Arcivescovi che gli sono succeduti sulla Cattedra ambrosiana. Essi offrono nel loro Discorso alla Città durante la celebrazione vigiliare di Sant’Ambrogio, una riflessione su temi cari alla Chiesa e alla comunità civile, intercettando le urgenze del tempo. Si tratta dell’incontro della città con il suo Vescovo, dei milanesi con il successore di Ambrogio.

A questo appuntamento sono invitate le autorità civili, militari e del mondo del lavoro e imprenditoriale, insieme ai rappresentanti delle istituzioni e ai sindaci di tutto il territorio su cui si articola la Diocesi, che prima della benedizione finale porgeranno il loro omaggio all’Arcivescovo. Inoltre, saranno presenti anche le famiglie regionali e i rappresentanti delle diverse comunità etniche ormai integrate a Milano.

Venerdì 7 dicembre, alle 10.30, sempre nella Basilica di Sant’Ambrogio, il cardinale Scola presiederà invece il Pontificale.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi