Pronti nuovi sussidi, in piena attività la formazione dei catechisti. Dalle équipes decanali attese preziose indicazioni sulla ricezione delle proposte nel territorio

di don Antonio COSTABILE
Responsabile del Servizio per la Catechesi

Vangeli e Atti degli apostoli

Alla luce delle indicazioni diocesane date nel maggio 2013, da tempo il Servizio diocesano per la Catechesi sta elaborando nuovi sussidi per una rinnovata Iniziazione cristiana (Ic) e insieme offre percorsi di formazione, in particolare ai catechisti, perché siano conosciute e approfondite le linee portanti del nuovo itinerario.

Dopo avere pubblicato gli strumenti del primo anno per la fase 7-11 anni, con un sussidio per i bambini dal titolo Con Te!, una guida cartacea per i catechisti e un sito dedicato all’Ic, ora si stanno assemblando i materiali per il secondo anno dell’itinerario, che verranno presentati a maggio. A cura di Itl-Centro Ambrosiano è uscito il testo dei Vangeli e degli Atti degli Apostoli, che verrà consegnato al termine del primo anno con l’invito rivolto ai bambini e ai loro genitori a mettersi alla sequela di Gesù dopo avere ricevuto il primo annuncio della Buona Notizia. Il testo è corredato da salmi e preghiere della tradizione.

Il secondo versante d’impegno del Servizio riguarda la formazione dei catechisti.

Dopo la Quattro giorni del settembre 2015 con quattro relazioni base, tra ottobre e febbraio sono stati attivati diversi percorsi nella forma di laboratori del primo e secondo anno per le équipes decanali: circa il 90% dei Decanati ha aderito all’iniziativa. Fino ad aprile nei singoli Decanati gli stessi laboratori proposti alle équipes decanali vengono rivolti ai catechisti delle parrocchie e delle Comunità pastorali. Inoltre in diversi Decanati non manca un momento di presentazione al presbiterio della proposta diocesana di Ic rinnovata, con una scheda inserita nel testo predisposto in collaborazione con la Formazione permanente del clero.

La percezione, sorretta da molteplici iniziali conferme, è di una buona recezione sia dei nuovi sussidi, sia della formazione. Questo è un dato confortante, che chiede di essere ulteriormente arricchito da altri preziosi riscontri al termine di questo anno, per monitorare dal territorio quanto avviato pastoralmente sia sul fronte dei sussidi, sia sul fronte della formazione.

Nella quasi totalità dei Decanati si è costituita un’équipe decanale, in genere guidata da un sacerdote referente per il presbiterio e formata dai catechisti e dai membri delle comunità educanti. A queste équipes è chiesto non solo di promuovere la formazione e l’utilizzo dei sussidi, ma anche di raccogliere osservazioni, note utili, riscontri dal basso, come prezioso contributo critico ed esperienziale di quanto proposto. Tutto ciò permetterà di attuare nel tempo il nuovo percorso in modo efficace, offrendo soprattutto alle comunità più deboli o in difficoltà un duplice aiuto per la sussidiazione e la formazione dei catechisti. 

In particolare attraverso itinerari comuni di formazione nei Decanati si va scoprendo un reale cammino di Chiesa condiviso. Un progetto comune di formazione, un percorso ben delineato con strumenti adeguati per tutti, catechisti, genitori e ragazzi, può davvero nel tempo accomunare le forze in campo, accrescere la passione e la dedizione educativa nelle nostre comunità. Alla base di ogni iniziativa in questo campo c’è la consapevolezza del compito fondamentale di evangelizzare che tocca alla comunità cristiana, inteso come orizzonte dell’azione della Chiesa e come processo (cfr Cei, Incontriamo Gesù 2014, n.19) perché per ogni persona avvenga l’incontro con Cristo e a sequela di Lui.

 

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi