I ragazzi dell’oratorio Santa Margherita, nella Comunità pastorale Santa Teresa Benedetta della Croce, hanno intonato il canto composto per la Fom da don Stefano Colombo. Don Matteo Cascio: «Non festeggiamo una struttura che riapre, ma una famiglia che si ritrova»

di Veronica TODARO

oratorio Lissone

Domenica 27 settembre anche i sei oratori della Comunità pastorale Santa Teresa Benedetta della Croce in Lissone si accenderanno per dare il via alle attività che accompagneranno bambini, giovani e ragazzi nel cammino di fede nel prossimo anno pastorale. Un consueto appuntamento, quello della festa d’apertura, che segna la città con il suo servizio educativo.

«Il tema diocesano ci invita a fare un passo avanti rispetto all’anno passato: dal “Solo insieme” a “Come Gesù” – spiega don Matteo Cascio anche a nome degli altri sacerdoti della Comunità pastorale -. È proprio come nel camminare: è importante sapere dove si è messo prima il piede per non perdere l’equilibrio e andare avanti». Con questo spirito la Comunità pastorale riprenderà il cammino. «E lo faremo anche concretamente – continua don Matteo -, perché da diversi anni la festa della domenica è preceduta nella serata di sabato da una camminata non competitiva chiamata “Lisunada”, a cui partecipano molte famiglie delle diverse parrocchie e che parte proprio dal cortile di un oratorio (quest’anno quello della parrocchia Madonna di Lourdes) per attraversare le vie della città come segno di comunione e di una strada che si vuole condividere nella quotidianità».

Domenica prossima, invece, in ogni parrocchia gli animatori, i catechisti, gli educatori e i volontari degli oratori riceveranno il mandato educativo nella celebrazione eucaristica con cui saranno chiamati a mettersi a servizio dei più piccoli, a «educare lasciandosi educare» dal primo educatore che è Gesù e a vivere in uno spirito “missionario” nei confronti di tutte le parrocchie della Comunità pastorale.

In quell’occasione risuonerà il canto oratoriano Come Gesù anche noi, che don Stefano Colombo (uno dei vicari parrocchiali della Comunità pastorale lissonese), con una lunga esperienza di autore alle spalle, ha composto per la Fom, e che i ragazzi dell’oratorio di Santa Margherita hanno intonato nel coro diretto da don Matteo. Per dire in musica tutto il desiderio di chi vive l’esperienza oratoriana di imparare a vivere come Gesù, non solo varcato il cancello dell’oratorio, ma «in ogni istante, in ogni luogo» e questo sarà possibile «solo con la sua grazia». Il video on line sul sito della Fom è accompagnato dalle immagini del cammino a Santiago di Compostela che i giovani dell’unità di Pastorale giovanile lissonese hanno percorso la scorsa estate e che raccontano l’entusiasmo e la gioia di chi si mette a seguire i passi di Gesù, per fare come lui.

«Vogliamo allora riscoprire in quest’occasione e in tutte le attività che condivideremo che l’oratorio è innanzitutto una comunità che si incontra, cresce, si diverte, fa fatica insieme, con la volontà di aumentare la sua amicizia con Gesù e facendone viva esperienza – conclude don Matteo -: così faremo festa non per delle strutture che riaprono, ma per una famiglia che si ritrova. Solo così potremo vivere l’esperienza dell’apostolo Pietro, il “fratello maggiore” che ci guiderà quest’anno e che si è lasciato educare dall’amore di Gesù, e cercare con tutta la nostra umanità di imparare ad amare come lui in tutti gli ambiti di vita che attraversiamo ogni giorno».

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi