La quarta edizione della manifestazione promossa dal Gruppo culturale “La Piazza” della Comunità pastorale Santa Croce ha per tema «Fede e Comunicazione». In programma conferenze, spettacoli, mostre, tavole rotonde, incontri e momenti di convivialità. Alla conclusione, domenica, Messa con Scola

Festival della Fede Garbagnate

«La dimensione culturale della fede è costitutiva della vita della Comunità cristiana» (cardinale Angelo Scola). «La Chiesa ha bisogno di uno sguardo di fede e di vicinanza per contemplare, commuoversi e fermarsi davanti all’altro tutte le volte che sia necessario» (Evangelii gaudium). È in questo contesto che la comunità ecclesiale di Garbagnate Milanese desidera illuminare con lo sguardo della fede alcuni ambiti di vita e alcune esperienze umane, attraverso una manifestazione che convochi le persone – credenti, poco credenti e non credenti – a riflettere e a interrogarsi.

Parliamo del Festival della Fede, la cui quarta edizione si aprirà mercoledì 6 aprile, per concludersi domenica 10 aprile alla presenza del cardinale Angelo Scola. Il nome della manifestazione indica la ricchezza e la diversità delle proposte. Anche le sedi degli eventi, volutamente sparse sul territorio e non immediatamente identificabili con spazi ecclesiali, dicono la volontà di uscire verso il mondo contemporaneo.

«L’iniziativa è nata dopo che ci siamo resi conto che la catechesi tradizionale non tiene più: frequentano sempre le stesse persone e non si agganciano alcune fasce d’età – spiega don Claudio Galimberti, parroco della chiesa dei Santi Eusebio e Maccabei -. Volevamo realizzare qualcosa di particolare che rendesse presente la Chiesa come realtà in uscita, seguendo le sollecitazioni del cardinale Scola e di papa Francesco». Creare un’occasione di incontro tra persone di età e formazione diverse, coinvolgendo più persone possibile… «Magari non si riesce a uscire una sera tutte le settimane, oppure ogni quindici giorni, ma nel week-end c’è più tempo – aggiunge don Galimberti -. All’inizio abbiamo organizzato un fine settimana da venerdì a domenica, poi nelle edizioni successive siamo passati a fare da mercoledì a domenica. Abbiamo avuto una buona risposta: partecipano 100-200 persone per ogni incontro».

Un ricco e articolato programma di conferenze, spettacoli, mostre, tavole rotonde, incontri e convivialità convocheranno le 4 parrocchie della Comunità pastorale Santa Croce della città. A promuovere la manifestazione il Gruppo culturale “La Piazza”, nato all’interno della Comunità pastorale stessa. Il progetto è patrocinato dal Comune e sostenuto dal Circolo Acli e da altri soggetti associativi.

Il tema della fede che si confronta con la vita e in particolare con il tema attualissimo della comunicazione si articolerà nelle seguenti esperienze: la Comunicazione attraverso l’immagine; televisione e comunicazione; internet e le sue dipendenze; psicologia e confessione; la comunicazione nell’universo; l’arte come via di comunicazione; la fede nella comunicazione tra medico e paziente.

Interverranno personalità note ed esperte, tra le quali Lorenzo De Francesco (direttore della Fiap), Angela Calvini (giornalista di Avvenire), il vaticanista della Rai Aldo Maria Valli, Antonella De Minico (giornalista), Giuseppe Lavenia (Università di Chieti), Daniele Bellasio (caporedattore del Sole 24 Ore), monsignor Fausto Gilardi (Penitenziere maggiore del Duomo), Mario Aletti (docente di psicologia della comunicazione all’Università Cattolica di Milano), Fabrizio Tavecchio (Istituto Nazionale di Astrofisica – Brera), don Natale Castelli, Roberto Filippetti, Mauro Doglio (counselor dell’Istituto Change di Torino) e don Paolo Fontana (responsabile del Servizio Pastorale della Salute della Diocesi). «Importante per noi è che dal confronto di opinioni diverse nasca un arricchimento», precisa don Galimberti.

Naturalmente il momento-clou sarà la Santa Messa celebrata nella Basilica dei Santi Eusebio e Maccabei dal cardinale Scola. Faranno da cornice lo spettacolo I promessi già sposi, realizzato dalla Pastorale giovanile, e le tre mostre allestite nelle chiese cittadine: “La Bibbia di Borso d’Este” nella Cappella di San Luigi in Basilica; presso la chiesa di San Giovanni Battista “I colori di Dio”, immagini della fede nel mondo del fotoreporter Enrico Mascheroni; “A causa mia” nella chiesa nuova di S. Maria, sui cristiani perseguitati in Oriente.

Programma completo su www.festivaldellafede.it

Info: tel. 029955607.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi