Nel XXIII anniversario della sua morte, presso la Basilica di San Carlo al Corso a Milano, liturgia eucaristica e poi serata tra musica e poesia

Venerdì 6 febbraio, presso la Basilica di San Carlo al Corso a Milano (corso Matteotti 14), la Comunità dei Servi di Santa Maria celebra una giornata in memoria di David Maria Turoldo nel XXIII anniversario della sua morte.

Alle 19 sarà celebrata la liturgia eucaristica con la Comunità e gli amici, accompagnata dal coro “Fogolar Furlan” di Milano diretto da Mario Gazzetta. Alle 21 si terrà il concerto vocale e strumentale «Manincanto», a cura di Diego e Fabio Gordi, con adattamento di testi di Rabindranath Tagore, di una filastrocca infantile del secolo XIX, del libro dei Salmi e di anonimi mistici del secolo XVI. Sono previste la lettura di poesie tratte da O sensi miei… di Turoldo e l’esibizione del coro «Nuova armonia» della Piccola Accademia di musica San Bernardino.

Attraverso la metafora delle mani e la forza della musica, con il concerto «Manincanto» si vogliono riproporre, tra i lasciti dell’eredità di Turoldo, la contemplazione e la lotta, la solidarietà e il dialogo, passi indispensabili per una convivenza non solo possibile, ma felice e fruttuosa. «Perché sono stanche le mie mani di pregare; stanco il mio cuore di perdonare; la mia bocca di benedire. Tu mi perdonerai». «Tengo le tue mani e le stringo al mio petto. Tento di riempire le mie braccia della tua bellezza…»: così recitano alcuni versi di Turoldo tratti da O sensi miei…. «Forse è la musica, il suono puro che ti conviene: cantare con libera voce e lasciare i salmi tumultuosi perché non vale dire quanto di te soffersi…».

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi