Il Meazza accoglierà per la prima volta un Pontefice e per l’occasione si trasformerà in un tempio dello Spirito. Si punta al tutto esaurito. Attesi anche genitori ed educatori. Don Marelli: «Un’occasione irripetibile»

di Mario PISCHETOLA

Don Samuele Marelli

Per la prima volta un Papa entrerà allo Stadio di San Siro, non per assistere a una partita della Serie A ma per incontrare i Cresimandi della diocesi ambrosiana. Nella mattinata di sabato 2 giugno, grazie alla presenza del Santo Padre Benedetto XVI e di ottantamila fra ragazzi, genitori, educatori e catechisti, il tempio del calcio si trasformerà nel tempio dello Spirito. Accanto al Papa e all’Arcivescovo Angelo Scola scenderanno in campo circa mille figuranti che metteranno in scena decine di coreografie, durante la preghiera presieduta dal Santo Padre.

La celebrazione, che sarà trasmessa in diretta televisiva su Rai Tre e Tv2000, farà riferimento al brano evangelico della pesca miracolosa e della vocazione di Pietro (Luca 5, 1-11). “Prendi il largo con Pietro” è il titolo dell’incontro che diventerà per i Cresimandi un invito a crescere all’interno della comunità cristiana in modo responsabile e costruttivo.

«La presenza straordinaria del Santo Padre – commenta don Samuele Marelli, responsabile del Servizio Ragazzi, Adolescenti e Oratorio – è un’occasione irripetibile per i ragazzi della Cresima. Il loro sguardo contemplerà la bellezza della Chiesa che è innanzitutto incontro fra persone che credono nell’unico Maestro. Il Santo Padre, che viene a Milano per confermare la nostra fede, entrerà in sintonia con i Cresimandi e si rivolgerà a loro con parole che segneranno il loro cammino e anche il nostro».

Sabato prossimo la preghiera avrà inizio con l’accoglienza festosa di Benedetto XVI che giungerà allo Stadio Meazza alle 11. La festa a San Siro inizierà già due ore prima, attorno alle 9, con l’animazione, e alle 10 con un’anticipazione condotta da Lorena Bianchetti. I gruppi di Cresimandi si muoveranno molto presto da tutte le parrocchie della diocesi, per giungere a San Siro in tempo per l’inizio della festa (si consiglia di essere seduti ai propri posti entro le 10 al massimo). I cancelli apriranno alle 8. Ciascun partecipante avrà un posto determinato seguendo le indicazioni segnalate nel tagliando di accesso distribuito a tutti gli iscritti. I gruppi resteranno uniti nei propri settori e saranno suddivisi sui tre anelli dello stadio secondo il colore delle sette Zone pastorali.

«In queste settimane abbiamo cercato di lavorare al meglio – continua don Marelli – per permettere a tutti i Cresimandi 2012 di incontrare il Santo Padre. Nonostante la grande risposta di tutte le parrocchie sono ancora a disposizione altri tagliandi. Vorremmo che San Siro sia completamente pieno per far sentire al Papa l’abbraccio caloroso della Chiesa ambrosiana. È questo l’evento più atteso della visita che il Santo Padre riserva alla nostra diocesi, prima della partecipazione agli appuntamenti del VII Incontro mondiale delle famiglie. Il Santo Padre ha voluto incontrare in modo specifico la nostra Chiesa ambrosiana, facendo la scelta particolare e unica di dialogare con i nostri ragazzi».

Gli ultimi tagliandi di accesso saranno distribuiti presso la sede della Fom in via S. Antonio 5 a Milano, insieme al materiale per partecipare all’incontro (pettorali, foulard, ecc.) entro il 30 maggio o fino a esaurimento posti. La partecipazione è aperta anche a tutti i genitori e ai preadolescenti che hanno celebrato la Cresima lo scorso anno insieme ai loro educatori (info: tel. 02.58391340, sabato 2 giugno cell 366.4253495).

Striscione di benvenuto lungo 500 metri

Lo Stadio Meazza sarà tutto per Papa Benedetto XVI. I tre anelli di San Siro si coloreranno grazie ai pettorali che gli 80 mila partecipanti indosseranno, secondo i colori delle sette Zone pastorali della diocesi, per formare una coreografia vivente che abbraccerà il Santo Padre al suo ingresso nello Stadio.

I Cresimandi insieme ai loro genitori e educatori faranno ingresso al Meazza dalle ore 8 esibendo il tagliando speciale che riproduce tra l’altro lo stemma papale: il biglietto ha lo stesso formato di quelli utilizzati per le partite. Ogni gruppo porterà con sé un cartello a forma di vela che indicherà il desiderio di “prendere il largo con Pietro” secondo il tema che guiderà la preghiera. Ogni vela sarà personalizzata con il nome della parrocchia o comunità pastorale di provenienza. Uno striscione lungo cinquecentro metri sostituirà i tipici striscioni “da stadio” e, per tutto il perimetro degli spalti, darà il benvenuto al Papa.

Ma sarà il boato dei ragazzi della Cresima a segnare l’accoglienza più bella al Santo Padre che, prima di prendere posto sul palco creato per l’occasione, farà il giro del campo in “papamobile” con l’Arcivescovo, cardinale Angelo Scola. A quel momento saranno i mille figuranti, provenienti dagli oratori della nostra diocesi, a dare il ritmo a tutta la celebrazione (dormiranno negli oratori vicini allo Stadio per essere pronti all’azione al mattino presto). Le parole si alterneranno alle figurazioni che sono il vero fiore all’occhiello dell’evento.

Non mancherà il riferimento diretto a Family 2012 e all’accoglienza che Milano riserva alle famiglie del mondo (una delegazione di partecipanti al Congresso sarà presente a San Siro). Non mancherà neppure il richiamo alla carità che i Cresimandi realizzeranno donando il loro personale contributo a sostegno di un centro per mamme in difficoltà in Moldavia.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi