Sirio 22-29 febbraio 2024
Share

16-17 giugno

I media digitali cambiano la cultura,
un seminario a Seveso

Al Centro pastorale ambrosiano l’appuntamento di approfondimento e confronto promosso dagli Uffici Comunicazioni Sociali delle diocesi lombarde

8 Giugno 2016

Si rinnova anche quest’anno l’appuntamento che, all’inizio dell’estate, i responsabili degli Uffici comunicazioni sociali delle Diocesi della Lombardia e i loro più stretti collaboratori si danno per un’occasione di approfondimento e confronto sulle tematiche della comunicazione. L’incontro è in programma dalla mattina del 16 giugno al pomeriggio del 17 giugno, presso il Centro pastorale ambrosiano di Seveso, ed è riservato a chi nelle Diocesi lombarde si occupa di comunicazione ecclesiale.

L’ingresso – rapido e potente – delle tecnologie digitali nell’universo della comunicazione (personale e mediatica) ha generato una impressionante evoluzione, che non solo sta modificando impostazione e natura dei mass media, ma sta anche interferendo decisamente nella vita delle persone e nella società.

Il seminario di Seveso vuole anzitutto esplorare e comprendere questa evoluzione, per dotare i responsabili degli Uffici comunicazioni sociali e i loro collaboratori degli strumenti culturali e tecnici per essere protagonisti – e non soggetti passivi – del cambiamento. Da questo scenario nel corso delle due giornate si seguiranno poi alcuni percorsi precisi (tra i tanti possibili): qual è lo stile adeguato di scrittura per i social media e i siti web? Quale “tono” di comunicazione deve tenere la Chiesa per essere efficace nel proporre (e difendere) le proprie ragioni? Come si progetta e coordina l’unica comunicazione di una Diocesi visto che, oltre agli strumenti tradizionali (stampa, radio e televisione), ora è da declinare anche sui mass media digitali? Infine: come tutelare la privacy, i minori e i dati sensibili nei nuovi ambienti di comunicazione, dove è più facile correre il rischio di commettere errori in proposito?

Ecco il programma dei lavori, coordinati da don Davide Milani, responsabile della comunicazione dell’Arcidiocesi di Milano e presidente della Fondazione Ente dello Spettacolo.

Giovedì 16 giugno
Ore 10: «La nuova cultura digitale», Alessandra Carenzio (dottore di ricerca in Pedagogia, svolge attività di ricerca e formazione presso il Cremit – Centro di Ricerca sull’Educazione ai Media e alla Tecnologia dell’Università Cattolica di Milano; tra i suoi interessi di studio, il rapporto tra mass media e minori, l’impiego dei mass media nella didattica e nell’educazione, le pratiche mediali come occasione di intervento educativo).
Ore 13: Pranzo.
Ore 14.30: «Il linguaggio per il digitale: come scrivere per siti e social (relazione + workshop)», Marco Massarotto (fondatore di Hagakure, importante agenzia di Digital Communications; autore di «Internet P.R. – Il dialogo in rete tra aziende e consumatori», «Costruire e Comunicare identità in Rete» e «Mobile Marketing – Riflessioni sul nuovo rapporto tra azienda e consumatore»; ha lavorato per importanti agenzie di pubblicità internazionali e insegnato Digital Marketing e Communication in corsi, seminari e master).
Ore 19: Cena.
In serata: «Il tono e lo stile della comunicazione pubblica della Chiesa nelle controversie», Martina Pastorelli (fondatrice e presidente di Catholic Voices Italia, ex giornalista televisiva, ha lavorato in Italia e all’estero nella comunicazione aziendale nei settori Corporate Image, Eventi e Ufficio stampa; ha curato la traduzione e l’adattamento di «Come difendere la fede senza alzare la voce», di Austen Ivereigh).

Venerdì 17 giugno
Ore 9: «Giornale, sito, social: come integrare i media?», Martino Cervo (giornalista, direttore de «Il Cittadino», già caporedattore centrale alla redazione milanese di «Libero»).
Ore 12.30: Pranzo.
Ore 14: «La comunicazione, la privacy e le questioni legali», Guido Camera (avvocato penalista, insegna Diritto dell’informazione presso l’Istituto post-universitario per la formazione al giornalismo “Carlo De Martino” e collabora con l’Ordine dei Giornalisti; responsabile della Scuola per l’idoneità alla difesa penale della Camera Penale di Milano; autore di varie pubblicazioni su «Il Foro Ambrosiano» e «L’indice penale»).
Ore 16: Conclusione.

Per partecipare occorre iscriversi inviando una mail a comunicazione@diocesi.milano.it oppure telefonando allo 02/8556240 (lun-ven 9-17) entro e non oltre lunedì 13 giugno

Il costo del corso è di 140 euro a persona (comprensivo di pernottamento e pasti). La quota (e la partecipazione al corso) è personale e indivisibile.