L’associazione Kairos, fondata da don Claudio Burgio (cappellano al Beccaria), recupera legname e cristal pvc per le nuove strutture di Vimodrone

di Luisa BOVE

family

Dopo lunghe settimane di allestimento, gli operai tornano al lavoro per smantellare il palco, la cupola (in pvc cristal e decorata), la struttura in legno, l’altare, le pedane… che hanno ospitato nell’area Parco Nord le ultime ore del VII Incontro mondiale delle famiglie fino alla Messa di questa mattina con papa Benedetto XVI. Bresso tornerà presto ad avere il suo Aeroporto, che grazie al Family 2012 ora è conosciuto nei cinque continenti. Ma le grandi opere create per l’evento internazionale non andranno perdute. Lo ha annunciato, con orgoglio, monsignor Erminio De Scalzi, presidente della Fondazione Milano Famiglia 2012.

Non a caso il progettista Lucio Furlani, su indicazioni della Diocesi, per allestire l’area ha scelto materiali ecosostenibili e riciclabili.

Chi riceverà in dono il legname e i cristal con riprodotte le vetrate del Duomo sarà l’associazione «Kayros» fondata nel 2000 da don Claudio Burgio, prete ambrosiano e direttore della Cappella musicale del Duomo, che ha scritto e musicato l’inno liturgico ufficiale del VII Incontro mondiale delle famiglie. «I materiali saranno riutilizzarli per costruire il nuovo Centro “Kairos” che sorgerà a Vimodrone, dove abbiamo ricevuto un terreno in concessione d’uso dall’amministrazione comunale», dice il presidente.

L’associazione si occupa di accoglienza in comunità di minori e neo maggiorenni in difficoltà o che hanno procedimenti penali in atto. «Sono quindi ragazzi che escono dal carcere minorile, dove io sono cappellano insieme a don Gino Rigoldi – continua don Burgio -, e vengono da noi a fare un percorso di riabilitazione. Attraverso l’esperienza comunitaria cercano di reimpostare un progetto di vita anche personale, per cui diventano fondamentali l’orientamento e la formazione professionale fino all’inserimento nel mondo del lavoro». A questo scopo «Kairos» nel 2007 ha creato la cooperativa «Kronos» per offrire prospettive ai suoi ragazzi.

Il nuovo Centro realizzato con i materiali del Family 2012 sorgerà dunque a Vimodrone, dove già ha sede l’associazione. «Insieme a un architetto abbiamo ideato un nuovo villaggio – spiega don Burgio -, che non comprenderà solo le nostre comunità, ma anche una serie di servizi, aperti ai giovani del territorio, per la formazione professionale, oltre che luoghi culturali, artistici e di aggregazione. Stiamo collaborando con altri enti per dar vita a un Centro ben integrato con il territorio, per diventarne risorsa».

Questa mattina qualche giovane dell’associazione è presente alla Messa con il Papa e nei prossimi giorni saranno sempre i ragazzi di «Kairos» a occuparsi del recupero dei materiali per trasferirli da Bresso a Vimodrone. Il legname dunque sarà utilizzato per allestimenti interni ed esterni, mentre il cristal potrà essere usato per le parti decorative.

Anche i 200 calici e 200 pissidi che le imprese di Confartigianato hanno donato alla Diocesi per la celebrazione di oggi saranno a loro volta regalate alle parrocchie e ai missionari ambrosiani sparsi nel mondo. Infine, i giochi utilizzati nei giorni del Family per il Congresso dei ragazzi saranno donati alle scuole materne insieme ai fiori dell’altare che verranno ripiantati nei giardini.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi