Link: https://www.chiesadimilano.it/news/chiesa-diocesi/fraternita-san-carlo-due-nuovi-sacerdoti-originari-della-diocesi-2808561.html
Sirio 15 - 21 luglio 2024
Share

Ministero

Fraternità San Carlo, due nuovi sacerdoti originari della Diocesi

Si tratta di Ignazio Beghi e Matteo Pagani. Il 22 giugno saranno ordinati dal cardinale O’Malley a Roma assieme a tre confratelli e a tre diaconi

19 Giugno 2024
Ignazio Beghi e Matteo Pagani

Sabato 22 giugno, alle 15, nella Basilica di San Paolo fuori le mura a Roma, il cardinale Sean Patrick O’Malley, Arcivescovo Metropolita di Boston, ordinerà cinque nuovi sacerdoti della Fraternità San Carlo: Giovanni Barrani, Ignazio Beghi, Joao Brito, Matteo Pagani e Martino Zavarise. Nella stessa celebrazione, saranno ordinati diaconi Tommaso Benzoni, Andrea La Piana e Simone Moretti.

Di seguito, brevi biografie degli ordinandi sacerdoti.

Giovanni Barrani
Giovanni, classe 1983, cresce in Liguria. Viene educato nella scuola del movimento Maria Luigia, a Chiavari. Si laurea in Economia a Genova e si trasferisce a Milano dove lavora per quasi dieci anni in contabilità in una multinazionale francese. Viene a conoscenza della Fraternità grazie alla lettura di un libro che racconta delle storie delle vocazioni di alcuni sacerdoti della San Carlo. Entra a 34 anni nel Seminario. Dopo l’ordinazione farà ritorno in Colombia, a Bogotá, dove ha trascorso l’anno di diaconato.

Ignazio Beghi
Ignazio nasce nel 1992 a Varese. Ultimo di quattro figli, la sua famiglia appartiene al movimento di Comunione e Liberazione. Già a 12 anni Ignazio intuisce che Dio lo sta chiamando a dedicargli la vita. All’università studia Ingegneria nucleare al Politecnico di Milano e si specializza a Losanna e a Zurigo. Durante gli anni del Seminario partecipa un anno alla missione della Fraternità in Ungheria. Dopo l’ordinazione sacerdotale continuerà a svolgere gli incarichi di vice economo della Fraternitá, dedicandosi parallelamente allo studio del diritto canonico nell’Università Pontificia Urbaniana.

João Brito.
Classe 1992, João nasce a New York e cresce a Lisbona. I suoi genitori hanno aiutato a portare il Movimento di Comunione e Liberazione in Portogallo. Durante gli anni del liceo scopre il valore della fede nella sua vita grazie all’incontro di alcuni ragazzi di Gioventú Studentesca in Italia. La bellezza dell’esperienza cristiana la scopre soprattutto nella comunità del Movimento che incontra nei suoi viaggi in Italia, Cile, Uganda e Kenya. Decisivo per la sua vocazione è il coinvolgimento in opere di carità con le suore di Madre Teresa a Lisbona. Già dallo scorso anno partecipa alla missione della Fraternitá nella Parrocchia Santa Giulia di Torino.

Matteo Pagani
Brianzolo di Muggiò, è nato nel 1991. Frequenta la scuola del Movimento Don Gnocchi di Carate Brianza. Si laurea in Economia studiando in Bicocca e poi all’Università Cattolica. Decisivi per la sua vocazione il pellegrinaggio a Czestochowa dopo l’esame di maturità e l’esperienza vissuta nella comunità del movimento a Madrid durante i mesi dell’Erasmus. Inizia un cammino di verifica vocazionale al Seminario di Venegono ma scopre di essere chiamato alla missione nella Fraternità San Carlo. Dopo l’ordinazione diaconale si trasferisce in Inghilterra, a Eastleigh, vicino a Southampton. 

Martino Zavarise
Classe 1993, di Caldonazzo, vicino Trento. Negli anni delle superiori, insieme al cugino Gabriele (anche lui prete della Fraternità), partecipa alla vita del movimento. Prima dell’Università sarà decisiva per lui l’esperienza di pellegrinaggio a Czestochowa, in Polonia, a cui partecipa coi suoi amici. Studia a Bologna e si coinvolge totalmente con la vita del CLU (Comunione e Liberazione Universitari). Attirato dalle testimonianze di altri che prima di lui si sono consacrati a Cristo, inizia un cammino di verifica della vocazione con un prete della Fraternità. Durante gli anni del Seminario vive un anno a Cittá del Messico e dopo l’ordinazione diaconale raggiunge la casa di missione a Taiwan.

La Fraternità San Carlo è stata fondata nel 1985 da monsignor Massimo Camisasca su ispirazione di don Luigi Giussani, fondatore di Comunione e liberazione. Oggi è presente in 17 Paesi del mondo e conta 152 preti, 3 diaconi e 12 seminaristi. Don Paolo Sottopietra è il superiore generale.