Una grande festa promossa da Caritas Ambrosiana nell’ambito della campagna contro la fame nel mondo lanciata per Expo. In una ventina di Comuni e sulla rete promossi nuovo stili di vita raggruppati in quattro ambiti: abitare, prendersi cura, lavorare, consumare

Expo

C’è chi ha fondato un gruppo di acquisto solidale, chi ha deciso di vivere in una grande cascina mettendo in comune spazi e stipendi, chi con colleghi e colleghe ha assunto una baby-sitter che bada al proprio figlio nello stesso ufficio in cui lavora. Sono le famiglie che condividono, che scelgono cioè di affrontare insieme i problemi che ognuno non saprebbe come risolvere da solo. Il 12 aprile saranno loro le protagoniste di una grande festa diffusa intitolata «Abitare, prendersi cura, lavorare, consumare, condividere. Famiglia e stili di vita». In una ventina di piazze, in altrettanti Comuni sparsi sul territorio della Diocesi, per una giornata si svolgeranno dibattiti, incontri, spettacoli di teatro, fiere incentrate su un unico tema: la condivisione, come strumento di cambiamento per riscrivere regole nuove a misura delle persone e della famiglia.

L’iniziativa – promossa da Caritas Ambrosiana, Servizio per la Famiglia, Ufficio per la Pastorale Sociale, –  è una delle azioni della campagna contro la fame nel mondo «Una sola famiglia umana, cibo per tutti: è compito nostro», lanciata da Caritas Internationalis per Expo. La kermesse rappresenta la prima tappa di un percorso di riflessione che si concluderà con un convegno dentro Expo.

«Abbiamo lanciato la proposta in modo quasi informale, affidandoci al passaparola, e la risposta è stata entusiastica – spiega Matteo Zappa, responsabile dell’Area famiglia di Caritas Ambrosiana -. Le famiglie che fanno esperienze di condivisione nella nostra diocesi sono davvero moltissime. Abbiamo pensato di raggrupparle in quattro grandi ambiti: l’abitare, il prendersi cura, il lavorare, il consumare. In ognuno di questi settori, riteniamo che le famiglie che sperimentano stili di vita di condivisione possano essere un eccezionale strumento di cambiamento del nostro sistema economico e politico».

La festa, diffusa oltre che nelle piazze, vivrà anche sulla rete: i partecipanti potranno condividere sui social network, Facebook e twitter, pensieri, immagini, riflessioni utilizzando l’hashtag #condividiamo. Testi e foto saranno ripresi dal blog di Caritas su Expo: ExpoblogCaritas.

L’iniziativa è realizzata in collaborazione con Acli, Forum Regionale delle Associazioni Familiari della Lombardia, Oasi per la Famiglia. 

 

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi