L'Arcivescovo ha presieduto in Duomo la Messa crismale, concelebrata con il clero diocesano. Al termine ha comunicato le nomine del nuovo Vicario generale - monsignor Mario Delpini - e dei nuovi Vicari di Zona

Scola_Messa Crismale

Questa mattina, nel Duomo di Milano, il cardinale Angelo Scola ha presieduto la Santa Messa Crismale concelebrata con il clero diocesano. Erano presenti oltre mille sacerdoti diocesani, i diaconi e i seminaristi. Hanno concelebrato il cardinale Dionigi Tettamanzi e i vescovi ausiliari della Diocesi.

Per desiderio del cardinale Scola, le offerte raccolte durante la Messa sono state devolute alla Fondazione Opera aiuto fraterno per la cura dei sacerdoti anziani e malati.

Nella sua omelia il cardinale Scola ha spiegato come «Famiglia, Eucaristia, Chiesa sono realtà inseparabili. In questo intreccio acquista piena luce la missione propria e specifica del sacerdozio ordinato. L’Incontro mondiale delle famiglie sia, pertanto, l’occasione di riscoprire la circolarità tra gli stati di vita nella Chiesa e, in modo particolare, il rapporto tra le famiglie e i ministri ordinati per il bene di tutto il popolo cristiano».

Durante la Messa Crismale sono stati consacrati l’olio dei catecumeni, l’olio degli infermi e il sacro crisma, poi distribuiti a tutte le parrocchie della Diocesi per le unzioni battesimali, l’unzione degli infermi e il conferimento della Cresima.

Al termine della celebrazione l’Arcivescovo ha comunicato le nomine dei suoi più stretti collaboratori: il vicario generale e i vicari episcopali delle sette zone in cui si articola la Diocesi. Ogni nome è stato accolto da un caloroso e cordiale applauso dei sacerdoti e dei fedeli presenti. L’Arcivescovo, dopo questo annuncio, ha invocato sui nuovi incaricati la protezione della Beata Vergine Maria affinché «possano svolgere il loro compito di collaboratori dell’Arcivescovo in spirito di fede e obbedienza alla Santa Chiesa».

Le nomine annunciate oggi diverranno effettive dal 29 giugno. Nel frattempo gli eletti saranno introdotti al loro compito dai predecessori, che restano in carica a tutti gli effetti fino al giorno della loro scadenza. A quelle oggi annunciate seguiranno, man mano, altre nomine necessarie od opportune.
 

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi