Sono i volontari chiamati ad accogliere i delegati, accompagnare i visitatori, aiutare a organizzare eventi e portare all’Esposizione la voce di chi combatte contro la fame nelle periferie del mondo. In arrivo nuove uscite della collana «Pane nostro» (in allegato)

di Francesco CHIAVARINI

Expo

A Bouar, nella Repubblica centroafricana, Jaqueline insegna ai contadini come rendere più produttivi i terreni che coltivano. Nei villaggi del Mozambico Paulo spiega alle donne dei villaggi come migliorare la dieta dei figli, utilizzando i prodotti dell’orto. In Moldova, Igor distribuisce i pasti ai senza tetto di Chisinau. Aiutaci a portare a Milano, la voce di chi ogni giorno combatte contro la fame nelle periferie del mondo, diventa un ambasciatore Caritas in Expo 2015.

Caritas Ambrosiana cerca 1000 volontari che permettano ai visitatori di Expo di comprendere la sfida che è in gioco nel capoluogo lombardo durante i sei mesi dell’Esposizione universale. Per questo lancia una campagna per cercare cittadini disposti a dedicare tempo, energie e competenze a servizio dei poveri dentro il grande evento che da maggio a ottobre 2015 si svolgerà a Milano con l’obiettivo ambizioso di far riflettere il mondo sul tema dell’alimentazione.

I volontari accompagneranno i visitatori di Expo, aiuteranno a organizzare gli eventi che Caritas realizzerà all’interno del sito espositivo, accoglieranno le delegazioni delle Caritas nazionali che arriveranno a Milano da tutto il mondo.

I requisiti richiesti sono la maggiore età, buona capacità relazionali, la conoscenza eventuale di una lingua straniera e la diponibilità di desdicare almeno una settimana o 3 week-end consecutivi ad uno dei servizi che verranno proposti.

Per aderire è sufficiente compilare il form on line sul sito di Caritas Ambrosiana. Il candidato, poi, seguirà un percorso di selezione e conoscenza con colloquio personale presso Caritas Ambrosiana, e riceverà una formazione specifica. (info: segreteria volontariato Caritas per Expo, lunedì-venerdì 9-12, tel. 02.76037300, volontariatoexpo@caritasambrosiana.it).

I volontari offriranno supporto alla partecipazione di Caritas ad Expo. Durante l’Esposizione, arriveranno a Milano 400 delegati di 164 Caritas, provenienti da 200 Paesi, per presentare le misure e le iniziative che ognuno di loro chiederà o sta già chiedendo ai propri governi di discutere e adottare. Sarà questo il momento finale della campagna globale della Caritas contro la fame nel mondo «One human family, food for all» e anche il primo di una serie di appuntamenti che Caritas organizzerà all’interno del sito espositivo lungo tutto il periodo di Expo. Venti incontri sui temi che il cibo richiama, con oltre un centinaio di esperti e testimoni internazionali.

Inoltre dentro il sito, come ai Paesi che hanno aderito, anche a Caritas è stato assegnato un lotto. In questo spazio, collocato proprio nei pressi dell’ingresso, lungo il decumano, accanto ai padiglioni più importanti, Caritas costruirà un stand interattivo, una sorta di edicola, che per sei mesi diventerà la casa-laboratorio di Caritas dentro Expo: il luogo dentro il quale sarà possibile non solo conoscere, ma anche diventare protagonisti, dei contenuti, delle proposte, delle provocazioni che Caritas lancerà a Expo. Messaggi che ruoteranno attorno al tema «Dividere per moltiplicare».

«Papa Francesco ricorda che la parabola della moltiplicazione dei pani e dei pesci ci insegna che se c’è la volontà, quello che abbiamo non finisce, anzi ne avanza e non va perso – spiega Luciano Gualzetti, vicedirettore di Caritas Ambrosiana -. Ecco perché noi pensiamo che per nutrire il pianeta, non vi sia altra strada che quella della condivisione, la sola divisione che non diminuisce ma moltiplica le risorse e le energie. Da qui il titolo che abbiamo scelto come segno distintivo della nostra presenza in Expo».

I visitatori – promettono gli architetti che stanno costruendo l’edicola – faranno un’esperienza sensoriale dentro il paradosso evangelico. Vedranno, ascolteranno, “toccheranno con mano” come dividere risorse può moltiplicare le energie. I mille volontari impegnati in Expo da Caritas aiuteranno i cittadini a compiere questo percorso dentro l’Edicola e lungo gli incontri del programma.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi