Sconti e facilitazioni sui mezzi pubblici, itinerari consigliati alle parrocchie, nessuna “zona rossa”, anche se le misure di sicurezza saranno adeguate all’evento

di Cristina CONTI

Milano

A Milano è tutto pronto per accogliere i pellegrini del VII Incontro mondiale delle Famiglie. Le parrocchie stanno ricevendo informazioni relative ai mezzi pubblici che si potranno utilizzare (treno, autobus, tram, metropolitana), in cui è specificato anche l’orario di arrivo e la descrizione del percorso che i fedeli dovranno seguire in particolare per raggiungere l’area di Milano Parco Nord – Aeroporto di Bresso. A ogni parrocchia sarà abbinato un mezzo di trasporto e un orario specifico: così i pellegrini saranno accompagnati passo dopo passo per raggiungere i luoghi della Festa del 2 giugno e della Messa del 3 giugno nel modo più veloce e semplice possibile.

Per agevolare gli spostamenti con il treno, Trenord ha previsto sconti e facilitazioni. Con un biglietto speciale al costo di 5 euro valido per entrambe le giornate di sabato 2 e domenica 3 giugno sarà possibile circolare su tutta la rete regionale di Trenord (bambini e ragazzi sotto i 14 anni viaggiano gratuitamente). Tutte le famiglie potranno viaggiare acquistando 2 biglietti da 5 euro. Anche le comitive di almeno 10 persone avranno uno speciale sconto del 30% acquistando il biglietto on line. I biglietti speciali “Family 2012” sono in vendita nelle biglietterie ferroviarie Trenord, alle emettitrici automatiche di biglietti situate nelle stazioni Trenord e sul sitowww.trenord.it: è consigliabile acquistarli prima del 2 giugno. Non sarà possibile, invece, utilizzare la nuova linea 5 della metropolitana.

Il sito ufficiale dell’evento, www.family2012.com, continuerà a svolgere la sua funzione informativa, con appositi link ai siti delle istituzioni e delle società di trasporto per le informazioni on line su orari, tratte, biglietti di viaggio, itinerari consigliati.

Ilcardinale Angelo Scola, arcivescovo di Milano, ha rinnovato il suo invito a tutta la cittadinanza a partecipare agli eventi con il Santo Padre: «Gli appuntamenti con Papa Benedetto XVI sono un’occasione straordinaria. Abbiamo chiesto di segnalarsi per ragioni organizzative e di sicurezza, ma a tutti sarà data la possibilità di partecipare: tutti coloro che si presenteranno anche all’ultimo alla Festa delle Testimonianze alla Santa Messa saranno accolti».

La città vivrà le giornate dell’evento senza “zona rossa”, né altre misure straordinarie di sicurezza tali da stravolgerne l’organizzazione e la vita quotidiana.«Chiuderemo al traffico solo le strade per le quali passerà Benedetto XVI e solo nei momenti nei quali lo farà – ha assicuratoil prefetto Gian Valerio Lombardi -. Non temiamo attacchi terroristici, anche se ovviamente il livello di allerta sarà alto e molto ingenti le forze dell’ordine coinvolte».

Tra le altre iniziative predisposte, l’Università Cattolica ha organizzato un pool di assistenza psicologica per i pellegrini e di esperti in grado di accudire i bambini che potrebbero perdersi in mezzo alla folla.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi