L'Arcivescovo ha inviato un messaggio di cordoglio e partecipazione al dolore della capitale libanese sconvolta dalla terribile esplosione. Domenica 9 agosto alle 11 Messa in suffragio di tutte le vittime nella chiesa di S. Maria alla Sanità a Milano

IMG-20200804-WA0044

Domenica 9 agosto don Assaad Saad, della Comunità Maronita di Milano, celebrerà alle ore 11 una Messa in suffragio di tutte le vittime del disastro di Beirut presso la chiesa di S. Maria alla Sanità (via Durini 10). Mons. Mario Delpini, arcivescovo di Milano, ha inviato un messaggio di preghiera e vicinanza al popolo libanese, che sarà letto da don Enrico Magnani, responsabile della Comunità pastorale Santi Profeti di Milano.
Ecco il testo.

Fratelli, sorelle!
La cronaca ci spaventa, i drammi che feriscono le persone amate e le terre che ci sono care sono ferite che sanguinano, la rovina dei monumenti che raccontano la nostra storia ci lasciano smarriti.
L’esplosione che ha devastato Beirout e ha seminato morte e dolore nella città che ha già tanto sofferto ci riunisce per piangere, per pregare, per sperare.
Noi che crediamo nel Signore Gesù, che ha salvato il mondo con il suo morire, che ha inviato lo Spirito Santo per consolare i suoi discepoli, che è sempre con noi, ogni giorno fino alla fine del mondo, non ci lasciamo vincere dalla tristezza come coloro che non hanno speranza.
Desidero partecipare con la preghiera, con la condivisione del dolore, con la trepidazione per il futuro alla celebrazione di suffragio per tutte le persone coinvolte nella esplosione che ha devastato Beirout.
Spero che cresca la solidarietà di tutto il mondo per soccorrere, ricostruire, favorire la pace che è l’unica condizione per guardare al futuro con serenità.
Invoco per tutti la benedizione di Dio onnipotente e misericordioso.

+ Mario Delpini
Arcivescovo di Milano

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi