Nel decennale della morte di don Giussani. All’appuntamento in Vaticano presenti anche migliaia di componenti del Movimento provenienti dalla diocesi di Milano

Monsignor Luigi Giussani

In occasione del 10° anniversario della morte di monsignor Luigi Giussani, sabato 7 marzo papa Francesco riceverà in udienza Comunione e Liberazione in Piazza San Pietro.

Ecco il programma della giornata:
ore 8.30: apertura della piazza
ore 10.30: in attesa del Papa, recita della preghiera delle Lodi, lettura e proiezione su maxischermi di interventi di don Giussani, alternata a canti eseguiti dal coro di Cl e dal popolo
ore 12: arrivo del Papa; saluto di don Julián Carrón, presidente della Fraternità di Cl; discorso di papa Francesco; recita dell’Angelus e benedizione finale (intorno alle 13).

Si prevede l’arrivo a Roma di almeno 60 mila persone, provenienti da oltre 50 Paesi (tra cui Argentina, Brasile, Messico, Usa, Canada, Spagna, Gran Bretagna, Uganda, Nigeria, Kenya, Israele, Giordania, Russia, Ucraina, Giappone, Kazakhstan, Australia). Diverse migliaia i componenti del Movimento che giungeranno dalla diocesi di Milano.

Lo scorso mese di gennaio don Carrón aveva informato dell’udienza tutti gli aderenti al Movimento con una lettera nella quale, tra l’altro, scriveva: «Siamo contenti di potere esprimere al successore dell’Apostolo tutta la nostra devozione e la nostra gratitudine per come sostiene la nostra fede, ogni giorno, con la sua continua testimonianza e attraverso il suo magistero così pertinente alle sfide del presente. Senza la sua figura, nella quale si manifesta in modo eminente la successione apostolica, la nostra fede sarebbe destinata a soccombere tra le tante interpretazioni del fatto cristiano generate dall’uomo… Don Giussani ci ha educato a guardare il Papa per questa sua rilevanza unica nella nostra vita. Con il trascorrere degli anni cresce la gratitudine che sentiamo per il dono della sua persona, della sua testimonianza e della sua dedizione totale nell’accompagnare ciascuno di noi affinché potesse diventare sempre più maturo nella fede. È così che ci ha trascinati a Cristo, rendendoLo sempre più affascinante, fino a farLo diventare la Presenza più cara nella nostra vita… Come non trascorrere questo decimo anniversario della sua morte traboccanti di gratitudine verso di lui, per averci introdotto a una pienezza del vivere che senza di lui non ci saremmo neanche sognati!».

Molti i vescovi e cardinali presenti all’udienza con il Santo Padre. Tra loro anche l’Arcivescovo di Milano, cardinale Angelo Scola.

In vista dell’udienza sono attivi i profili Twitter @CLdalPapa, la pagina Facebook facebook.com/CLdalPapa e e l’hashtag #CLdalPapa

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi