Il riferimento al Giubileo straordinario nell’intervento del Vicario episcopale alla presentazione del progetto “Fede e terapia”

bressan

«Di fronte all’emergenza dell’aborto dobbiamo risvegliare la nostra coscienza, recuperando le più semplici opere di misericordia che questo Giubileo ci sta facendo riscoprire. Più volte papa Francesco ci ha incitato a guarire le ferite dell’anima con il dialogo, accompagnando e ascoltando le famiglie in difficoltà. Ma lavorando soprattutto per evitare l’isolamento, a favore di una radicale integrazione che permetta alle persone più fragili di tornare alla vita. In questo senso, allora, il Giubileo della Misericordia è un punto riferimento fondamentale per evitare di perdere umanità e di consegnarci all’indifferenza». Così monsignor Luca Bressan, vicario episcopale per la cultura, la carità, la missione e l’azione sociale dell’arcidiocesi di Milano, è intervenuto questa mattina alla conferenza stampa che si è tenuta nella sede milanese del quotidiano Avvenire per la presentazione del progetto “Fede e terapia”, promosso dall’associazione “Difendere la vita con Maria”.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi