Link: https://www.chiesadimilano.it/news/chiesa-diocesi/aperte-le-iscrizioni-al-meeting-delle-famiglie-2801037.html
Sirio 26 - 31 maggio 2024
Share

Bosisio Parini

Aperte le iscrizioni al Meeting delle Famiglie

Il 12 maggio, dalle 9.30 fino al tardo pomeriggio, la nona edizione presso la sede della Nostra Famiglia. Intervengono tra gli altri il vescovo di Novara monsignor Franco Giulio Brambilla e la biblista Rosanna Virgili

10 Aprile 2024

«Famiglia: terra accogliente sarò per te» è il tema del 9° Meeting delle Famiglie, che si terrà domenica 12 maggio a partire dalle 9.30 presso La Nostra Famiglia di Bosisio Parini (vedi qui il programma). Sono aperte le iscrizioni (clicca qui).

L’evento, organizzato dai gruppi di spiritualità familiare “La Nostra Famiglia, una famiglia di famiglie”, vede la partecipazione del vescovo di Novara Franco Giulio Brambilla e della biblista Rosanna Virgili. Intervengono anche Lluis Francesc Peris e Margarita Laparra di Casa San Giacomo, struttura della Caritas romana impegnata nel sostegno alle famiglie, spesso straniere o migranti, che hanno i propri figli in cura all’ospedale Bambino Gesù; Marco Tebaldi e Ivana Lazzarini, mamma adottiva, mediatrice familiare, vicepresidente dell’Associazione Italiaadozioni; la famiglia Lazzari, impegnata nella Comunità Papa Giovanni XXIII, dall’assistenza a minori e persone con disabilità al supporto a persone vittime di dipendenza o che vivono in strada.

Scopo del Meeting è riscoprire il valore dell’accoglienza per vivere un amore senza misura secondo lo stile del beato Luigi Monza, fondatore dell’Associazione La Nostra Famiglia: «Al mondo moderno, moralmente sconvolto, dobbiamo poter dire, con la nostra vita: osservate com’è stupendo vivere nell’amore. Il nostro amore verso Dio e verso il prossimo deve essere senza misura».

Questo contenuto non è disponibile per via delle tue sui cookie

Come ricorda papa Francesco, vivere nell’amore è riconoscere che «la famiglia è il luogo dell’accoglienza», qualità che si manifesta in modo particolare nelle famiglie dove sono presenti membri fragili o con disabilità. Queste famiglie, spiega il Papa, sviluppano virtù speciali, che potenziano le capacità di amore nella riabilitazione dei malati, nell’accoglienza dei migranti, e in generale nell’inclusione di chi è vittima di emarginazione, in tutte le sfere sociali: «Si pensi anche alle famiglie che generano benefici per l’intera società, fra cui le famiglie adottive e le famiglie affidatarie», ha precisato il Papa in occasione dell’incontro con i partecipanti alla Sessione plenaria della Pontifica Accademia delle scienze sociali.

«Crediamo che le nostre famiglie possano essere terra accogliente per quel granello, tanto caro a don Luigi, che solo morendo nella terra può dar vita a una bella e rigogliosa spiga – spiegano gli organizzatori -. Abbiamo quindi pensato a una giornata aperta a tutte le famiglie, senza nessuna preclusione legata alla religione o alle situazioni personali; vorremmo incontrarci, in un clima di festa, di amicizia e condivisione per riflettere sullo stile di accoglienza delle nostre famiglie, lasciandoci interrogare e provocare da esperienze significative».

Dopo il pranzo, alle 14.30 il ritrovo con i bambini, che nel frattempo si sono intrattenuti con gli animatori del “Gomitolo del filo rosso” (vedi qui il programma). Il Meeting si chiude alle 15.30 con la Messa presieduta da monsignor Brambilla.