A Milano il primo di due appuntamenti sull’Esortazione apostolica di papa Francesco, promossi in collaborazione con la Pontificia Università Gregoriana (il secondo sarà in novembre a Roma). In allegato locandina e programma

Una rilettura teologica e l’analisi delle questioni critiche della Amoris laetitia di papa Francesco sono al centro delle due giornate di studio che la Facoltà teologica dell’Italia settentrionale organizza in collaborazione con la Pontificia Università Gregoriana. La prima giornata si svolgerà sabato 11 marzo presso la sede della Facoltà teologica (via dei Cavalieri del Santo Sepolcro 3, Milano): in allegato il programma. La seconda si terrà invece a Roma presso la sede della Gregoriana il prossimo 11 novembre.

L’Esortazione apostolica Amoris laetitia rappresenta il frutto di un intenso cammino, che è iniziato con i due recenti Sinodi sulla famiglia, ma non si è certo concluso con essi. Il documento di papa Francesco si propone infatti l’obiettivo esplicito di attivare ulteriori processi, pratici e teorici, a tutti i livelli. All’interno di questo «cammino sinodale» (AL, IV), è compito della riflessione teologica individuare, riprendere e approfondire, in modo rigoroso e critico, le questioni, le indicazioni e i nodi teorici riguardanti il sacramento del matrimonio, l’amore coniugale e le relazioni familiari, in modo da raccogliere le sfide pastorali e propiziare la qualità testimoniale della fede cristiana nelle società e nelle culture contemporanee.

Con questo spirito la Facoltà teologica e la Pontificia Università Gregoriana di Roma propongono queste giornate di studio a studenti del corso istituzionale, della specializzazione in Teologia morale, del diploma in Pastorale familiare della Pontificia Università Gregoriana e pubblico interessato.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi