Tema del secondo ciclo, «Naturale e Artificiale nell’esperienza umana». Al primo appuntamento allo Studio Melato intervengono Ferruccio de Bortoli, Giuseppe Testa, Susanna Mantovani e Silvano Petrosino. Parole e canzoni di Omar Pedrini. Come partecipare

Piccolo Teatro Milano

Il filo conduttore delle serate dei Dialoghi di vita buona che si terranno nella stagione teatrale 2016/17 al Piccolo Teatro Studio Melato è il tema della tecnica e l’influsso che questa ha nella vita umana, sia nella vita quotidiana, sia nella strutturazione del pensiero. Da qui il titolo complessivo che caratterizza gli incontri: «Naturale e Artificiale nell’esperienza umana». Naturale e artificiale si contrappongono e spesso c’è l’idea che la natura debba essere superata per essere perfezionata. Proprio la ricerca mostra come oggi i confini tra naturale e artificiale si stiano confondendo e sovrapponendo, creando un potere di manipolazione che va oltre la normale immaginazione.

Il primo evento, in programma il 24 ottobre alle 20.30 al Piccolo Teatro Studio Melato (via Rivoli 6, Milano), ha per titolo «Digitalizzare la vita: l’esistenza calcolata» e metterà al centro il tema della vita, analizzando il significato di naturale a artificiale in tre mondi: la ricerca scientifica, l’educazione e la cura, la riflessione filosofica.

Si partirà dal racconto del progetto di digitalizzazione del vivente e di come la mappatura del genoma umano possa mutare la comprensione che abbiamo della vita. Poi si illustrerà come la presenza della tecnica nella nostra vita sta modificando le relazioni fondamentali. Infine, attraverso il pensiero filosofico si aiuterà il pubblico a comprendere la portata, le opportunità e i problemi generati dai mutamenti in atto nei concetti di mondo, natura, vita, morte, futuro, significato ultimo della vita.

I protagonisti saranno Ferruccio de Bortoli; Giuseppe Testa, scienziato dell’Università degli studi di Milano e Ieo; Susanna Mantovani, pedagogista dell’Università di Milano Bicocca; Silvano Petrosino, filosofo dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.
L’incontro sarà diviso in due parti. Nella prima gli ospiti presenteranno brevemente le loro tesi; nella seconda si confronteranno in un dibattito moderato da Elisabetta Soglio, giornalista del Corriere della sera.
Seguiranno le parole e le canzoni di Omar Pedrini in dialogo con Pietro Galeotti, oltre a momenti di teatro e di cinema che aiuteranno a riflettere sugli argomenti trattati e a entrare nel vivo del dibattito.

La serata è ad ingresso gratuito, fino ad esaurimento dei posti disponibili, presentandosi a teatro. Per prenotare un posto al Piccolo Teatro Studio Melato di Milano è necessario inviare una mail all’indirizzo comunicazione@piccoloteatromilano.it o telefonare al numero 02.72333301.

Nati per iniziativa del cardinale Angelo Scola e del professore Massimo Cacciari, i “Dialoghi di vita buona” sono promossi da diverse realtà culturali, sociali, economiche della metropoli milanese e vogliono essere una risposta comune alla frammentazione che caratterizza la nostra società.

È possibile partecipare attivamente alla serata seguendo l’account twitter @dialoghivb o twittando con utilizzando l’hashtag #dialoghi.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi