Sul tema «I rovi e il seme», la “parabola del seminatore” sarà al centro della riflessione di don Cristiano Passoni, assistente generale. Appuntamento online su Zoom

di Francesca BERTUGLIA

Cristiano Passoni
Don Cristiano Passoni

In equilibrio precario tra smartworking e lezioni online dei figli. Preoccupate per la salute dei loro cari e per il futuro delle proprie attività professionali. Più sole perché in tempi di distanziamento è difficile incontrarsi e darsi reciprocamente una mano… Non sono tempi facili per le famiglie. Ed è per questo, nei limiti del possibile, che l’Azione cattolica ambrosiana cerca di sostenere la vita spirituale delle coppie di sposi continuando a proporre, seppure via web, le abituali proposte di formazione.

Il prossimo appuntamento sarà domenica 11 aprile, con l’incontro di spiritualità per famiglie dal titolo “I rovi e il seme”. Si tratta della ripresa dello stesso tema già affrontato in un primo incontro, lo scorso 22 novembre, con don Aristide Fumagalli, docente di teologia morale alla Facoltà teologica dell’Italia settentrionale (il suo intervento è ancora disponibile sul canale Youtube acmilanotv). Questa volta la “parabola del seminatore” sarà affrontata da don Cristiano Passoni, assistente generale dell’Ac diocesana. «L’incontro è aperto a tutti, soci e non soci, e anche a coloro che non hanno partecipato al primo appuntamento – spiega Caterina Contini, che con il marito Andrea Cassini è la responsabile della Commissione famiglia dell’Azione cattolica ambrosiana -. A novembre don Fumagalli aveva parlato degli ostacoli alla nascita del seme gettato e della necessità di ripulire e preparare il terreno. Ora invece, grazie all’intervento di don Cristiano, ci concentreremo sui frutti che si possono raccogliere dopo la buona semina».

L’appuntamento è per le 15. Dopo la preghiera e la meditazione di don Passoni, ci sarà tempo per la condivisione tra le coppie in diverse “stanze” (cioè piccoli gruppi online) con la piattaforma Zoom perché l’associazione non intende proporre solo video da guardare passivamente, ma veri incontri da vivere nel confronto interattivo. Il ritiro è rivolto all’intera famiglia: accanto all’attività per le coppie di sposi, è prevista una proposta per i ragazzi (tra i 6 e i 14 anni) che saranno guidati da due educatrici in un’attività a loro misura sugli stessi temi affrontati dai genitori. Alle 17 adulti e ragazzi si ritroveranno insieme per la condivisione conclusiva.

«Vorremmo che la partecipazione a questo appuntamento spirituale fosse una ventata d’aria fresca e un momento di rigenerazione, visto il tempo difficile che stiamo vivendo – auspica Contini -. È piacevole e interessante che gli adulti e i ragazzi si trovino a ragionare sugli stessi argomenti, sia separatamente sia tutti insieme». La modalità dell’incontro, seppure normalmente svolta in presenza, è da tempo collaudata in Ac e, assicura la responsabile, anche su Zoom si rivela come «uno spazio di riflessione che lascia molti spunti per la vita familiare, gli interventi sono profondi senza risultare pesanti. Siamo contenti, come Commissione famiglia, che si riesca a mantenere il legame di gruppo anche se mediato dallo schermo».

La partecipazione è gratuita. Occorre iscriversi online.

Intanto l’Ac tiene aperta la possibilità di organizzare in estate una settimana formativa in presenza per le famiglie a Santa Caterina Valfurva. A breve ci sarà la possibilità di segnalare l’interesse a partecipare che si potrà in seguito confermare con una vera e propria iscrizione al momento in cui sarà chiaro se le norme sanitarie permetteranno di soggiornare insieme.

 

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi