Sirio 22-29 febbraio 2024
Share

Devozione

A Guanzate la Notte dei Santuari

Nel tempio dedicato alla Beata Vergine di San Lorenzo sabato 24 giugno un evento di alto valore spirituale e contemplativo: dalle 21.30 Via Crucis, Adorazione eucaristica, Rosario e Santa Messa

18 Giugno 2023
Il Santuario di Guanzate

Dopo l’esperienza dell’anno scorso, che ha visto la partecipazione di moltissime persone arrivate da tantissimi luoghi della Lombardia vicini e lontani, sabato 24 giugno il Santuario della Beata Vergine di San Lorenzo a Guanzate (Co) ospita nuovamente la bella e toccante celebrazione della Notte dei Santuari.

Un evento speciale, unico nella nostra zona, un momento di profonda spiritualità e un’occasione per sottolineare il forte valore simbolico che tutti i santuari, e specialmente quelli mariani, hanno per la comunità cristiana e l’intera umanità. Mai come oggi è necessario recarsi in questi luoghi per trovare un momento di silenzio e di contemplazione nella vita quotidiana sempre più spesso frenetica.

La Notte dei Santuari è un’iniziativa che mette in risalto il grande valore simbolico che hanno questi luoghi dello Spirito nel tessuto sociale, culturale e spirituale del Popolo di Dio. Nei Santuari si esprime la semplicità e la profondità di una genuina spiritualità della fede e della pietà popolare che accomuna milioni di persone che, insieme, in pellegrinaggio, camminano incontro al Signore.

Come pietre miliari

Ancora oggi i Santuari sono una forte attrattiva per contemplare le meraviglie del Signore, farsi toccare dalla misericordia di Dio, attraverso la Riconciliazione, farsi accompagnare dalla tenerezza di Maria e dei Santi, che hanno lasciato un esempio di fedeltà a Cristo, alla sua Parola e al suo messaggio di salvezza.

I Santuari sono «come pietre miliari che orientano il cammino cristiano dei figli di Dio e promuovono l’esperienza della convocazione, dell’incontro e della costruzione della comunità ecclesiale». Milioni di fedeli praticanti e non, frequentano questi luoghi speciali, per riscoprire le origini della propria fede e rivivere quella presenza, memoria e profezia del Dio con noi.

Il programma

L’appuntamento è alle 21.30 ai Quattro Profeti per la Via Crucis lungo il viale delle Cappelle; all’arrivo sul piazzale del Santuario, alle 22.15 circa, Accensione dell’Albero della Luce e presentazione della Gmg di Lisbona a cui parteciperanno anche alcuni ragazzi e ragazze della locale Comunità pastorale, accompagnati dal parroco don Alessio Bianchi.

Alle 23 Adorazione eucaristica, con la possibilità di accostarsi al sacramento della Riconciliazione. Alle 23.40 recita del Santo Rosario. Alle 24 Santa Messa festiva con don Gigi Zuffellato, parroco di Maccio.

In caso di maltempo l’intera celebrazione sarà all’interno del Santuario.