“Incontri nella notte” è il tema della Missione Giovani 2014, che vedrà alcuni frati incontrare i giovani del Decanato nei loro abituali luoghi di frequentazione e ritrovo

di Veronica TODARO

logo Missione Giovani Desio

C’è voluto un anno intero, ma il risultato è stato sorprendente. Da giovedì 3 e fino al 13 aprile, una quarantina di frati francescani, provenienti da tutto il Nord Italia, arriveranno nel decanato di Desio per la “Missione Giovani”. Un evento che già in passato aveva dato i suoi frutti. Ma se l’idea è stata proposta e supportata dai sacerdoti che si occupano di pastorale giovanile di Bovisio Masciago, Muggiò, Nova Milanese e Desio, sono stati proprio i giovani a dar vita al programma attraverso una commissione organizzativa che si è occupata anche di tutti gli aspetti logistici.

La commissione è formata da cinque ragazze: Gloria Colombo di Bovisio, Paola Erba di Muggiò, Giulia Zabatta ed Elisa Galliani di Nova ed Irene Carozza di Desio. «L’obiettivo – spiega Gloria Colombo – è quello di far sì che sia una Missione vissuta in comunione a livello di tutto il decanato. Per questo le serate e gli incontri sono pensati per riunire i giovani di tutto il decanto in un singolo posto, alternando messe ed eventi in ogni paese».

Il lavoro di organizzazione è partito a maggio del 2013. «È stato sicuramente un lavoro molto lungo e impegnativo, che abbiamo però svolto con il sorriso, cercando di dare il meglio per superare i diversi problemi e gli intoppi che inevitabilmente si possono incontrare. A volte abbiamo ricevuto quasi dei “segni”: in un momento di sconforto durante una riunione in cui eravamo presenti solo noi cinque ragazze, pronte ad abbandonare tutto, abbiamo deciso di mangiare un cioccolatino per tirarci su. All’interno un bigliettino con una frase di Rostand: “È di notte che è bello credere alla luce”. Siamo rimaste esterrefatte».

La missione parte proprio dal concetto della notte e dalla contrapposizione tenebre/luce (lo slogan è “Incontri nella notte”). I frati convergeranno a Nova Milanese, punto di ritrovo, poi si sposteranno in tutti i Comuni del Decanato. Il personaggio che ispira tutta la missione è Nicodemo, anche lui uomo in ricerca, che è curioso di Gesù, va da lui di notte, perché ha ancora paura, si vergogna. «Ci sembrava una figura accattivante – continua Gloria – adatta a molte situazioni che i giovani vivono oggi: giovani in ricerca, che però magari hanno ancora paura e si bloccano. I nostri eventi sono organizzati in maniera da “spronare” i giovani ad avventurarsi in questa “notte”, magari di incertezza, verso Gesù, per riscoprire, grazie all’incontro con Lui, la Luce vera. Una luce che poi potrà accompagnare ciascuno di noi al termine della missione. Spesso infatti si pensa al fatto di essere missionari solo in terre lontane, mentre vorremo rendere i giovani consapevoli del fatto che si può essere missionari anche qui, nel piccolo paesino in cui viviamo. E che si può essere testimoni proprio perché, attraversando la notte, si può incontrare questa Luce, che poi continuerà a risplendere in noi».

Gli eventi organizzati mirano ad avvicinare tutti i giovani, anche i più reticenti: per questo sono state pensate serate musicali, film, serate sportive. «A tutti capita di vivere un momento di “notte” anche nella vita di fede: vorremmo aiutare i giovani che attraversano questi momenti a riscoprire la luce».

Info: http://www.pastoraledesio.it/missione-giovani/

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi