Link: https://www.chiesadimilano.it/news/chiesa-diocesi-anno-2010/pregare-e-vivere-il-vangelo-con-uno-sguardo-al-futuro-94333.html
Sirio 15 - 21 luglio 2024
Share

Cammini vocazionali

Pregare e vivere il Vangelo con uno sguardo al futuro

di Ylenia SPINELLI Redazione

13 Dicembre 2010

“Chi trova un Amico… trova un tesoro!” è il titolo dei tre cammini vocazionali diocesani, guidati da don Alberto Colombo, direttore del Centro Diocesano Vocazioni (Cdv). Lo scopo del Cdv è quello di animare e coordinare le diverse proposte e iniziative vocazionali, ponendosi al servizio della pastorale diocesana. È composto da rappresentanti di istituti religiosi, istituti secolari, preti, diaconi permanenti. La proposta “Chi trova un Amico… trova un tesoro!” è ben sintetizzata da un coloratissimo logo. Il cammino vocazionale, infatti, è basato su relazioni educative sincere (la casa) per imparare a pregare e vivere il Vangelo di Gesù (la pagina aperta) che aiuta ad avere uno sguardo di fiducia sul proprio futuro (arcobaleno). I cammini vocazionali maschili (“La comunità San Martino” per ragazzi dalla prima alla terza media e “La Comunità adolescenti”, per ragazzi dalla prima alla terza superiore), che si svolgono presso il Seminario di Venegono e di Seveso, sono partiti lo scorso 12 settembre e si concluderanno il prossimo 5 giugno. Obiettivo del primo cammino è insegnare a pregare, partendo dal testo del Vangelo, con il metodo della biro a quattro colori; obiettivo del secondo è invece quello di far approfondire ai ragazzi la propria vita spirituale, incontrando testimoni di vocazioni diverse. Per entrambe le comunità, dal 2 al 4 gennaio, è prevista un’uscita natalizia a Parma, con tappa a Berceto, dove si condividerà un’intera giornata con i ragazzi dell’Azione Cattolica. L’incontro con il vescovo Enrico Solmi e la visita del Battistero, opera di Benedetto Antelami, sarà invece una bella occasione per fare memoria del proprio Battesimo. Sul solco di questi due cammini, promossi dall’équipe vocazionale del Seminario e dal Cdv, da quest’anno si inserisce appunto anche la nuova proposta femminile, per preadolescenti e adolescenti, denominata “A casa di Marta e Maria”, che coinvolge anche alcuni istituti religiosi e partirà il prossimo 8 gennaio. “Chi trova un Amico… trova un tesoro!” è il titolo dei tre cammini vocazionali diocesani, guidati da don Alberto Colombo, direttore del Centro Diocesano Vocazioni (Cdv). Lo scopo del Cdv è quello di animare e coordinare le diverse proposte e iniziative vocazionali, ponendosi al servizio della pastorale diocesana. È composto da rappresentanti di istituti religiosi, istituti secolari, preti, diaconi permanenti. La proposta “Chi trova un Amico… trova un tesoro!” è ben sintetizzata da un coloratissimo logo. Il cammino vocazionale, infatti, è basato su relazioni educative sincere (la casa) per imparare a pregare e vivere il Vangelo di Gesù (la pagina aperta) che aiuta ad avere uno sguardo di fiducia sul proprio futuro (arcobaleno). I cammini vocazionali maschili (“La comunità San Martino” per ragazzi dalla prima alla terza media e “La Comunità adolescenti”, per ragazzi dalla prima alla terza superiore), che si svolgono presso il Seminario di Venegono e di Seveso, sono partiti lo scorso 12 settembre e si concluderanno il prossimo 5 giugno. Obiettivo del primo cammino è insegnare a pregare, partendo dal testo del Vangelo, con il metodo della biro a quattro colori; obiettivo del secondo è invece quello di far approfondire ai ragazzi la propria vita spirituale, incontrando testimoni di vocazioni diverse. Per entrambe le comunità, dal 2 al 4 gennaio, è prevista un’uscita natalizia a Parma, con tappa a Berceto, dove si condividerà un’intera giornata con i ragazzi dell’Azione Cattolica. L’incontro con il vescovo Enrico Solmi e la visita del Battistero, opera di Benedetto Antelami, sarà invece una bella occasione per fare memoria del proprio Battesimo. Sul solco di questi due cammini, promossi dall’équipe vocazionale del Seminario e dal Cdv, da quest’anno si inserisce appunto anche la nuova proposta femminile, per preadolescenti e adolescenti, denominata “A casa di Marta e Maria”, che coinvolge anche alcuni istituti religiosi e partirà il prossimo 8 gennaio.