Il gesuita responsabile della Comunità (73 anni) è perito mercoledì scorso cadendo mentre scendeva dal Grignone. I funerali domani mattina in San Martino


Redazione

11/04/2008

La grande passione per la montagna è stata fatale a padre Filippo Clerici, responsabile della Comunità dei Gesuiti di Villapizzone (Milano). Padre Clerici, 73 anni, ha perso la vita mercoledì scorso, precipitando lungo la discesa dalla cima della Grigna settentrionale, vetta a 2403 metri in provincia di Lecco.

L’escursione in montagna, in compagnia del confratello padre Silvano Fausti, era un appuntamento fisso del mercoledì per padre Clerici, e il “Grignone” era una delle mete preferite. Come tante altre volte, i due gesuiti sono saliti fino al rifugio Brioschi, dove hanno pranzato. Mentre le condizioni meteorologiche peggioravano, poco dopo le 14 hanno iniziato la discesa verso Pialleral.

Padre Clerici ha probabilmente pagato un momento di disattenzione: un piede in fallo, la caduta e il volo per oltre 150 metri in un canalone. Padre Fausti ha immediatamente dato l’allarme, ma le cattive condizioni meteorologiche hanno impedito il decollo dell’elicottero. Le squadre di soccorso si sono quindi mosse a piedi e intorno alle 19 hanno rinvenuto il corpo del gesuita, ormai senza vita. La salma è stata poi trasportata all’Ospedale Manzoni per gli accertamenti del caso. La camera ardente sarà allestita questo pomeriggio presso la Comunità di Villapizzone, i funerali si celebreranno domani, 12 aprile, alle 10.30, nella chiesa di San Martino.

Nativo di Fino Mornasco (Como), dopo l’ordinazione sacerdotale (1959) Clerici aveva svolto l’incarico di coadiutore nella sua comunità. Nel 1965 era entrato nella Compagnia di Gesù, trasferendosi a Milano. Teologo e biblista, con Silvano Fausti e Tommaso Beck aveva fondato la Comunità di Villapizzone, esperienza di apostolato biblico finalizzata all’evangelizzazione nel quartiere periferico di Milano. A lui faceva capo anche l’organizzazione dei corsi estivi di discernimento per giovani a Selva di Val Gardena.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi