Nella serata di sabato 10 maggio la celebrazione ecumenica itinerante nel cuore della città, sul tema "Speranza e condivisione: frutti dello Spirito". Punto di arrivo sarà la Basilica di San Vittore


Redazione

06/05/2008

di Luisa BOVE

Per la prima volta la Veglia ecumenica di Pentecoste, che dal 1992 si ripete ogni anno, promossa dal Consiglio delle Chiese Cristiane di Milano in collaborazione con uno dei decanati cittadini, si terrà nel Centro storico (solo nel 2003 si era svolta in Duomo sul tema della pace, ndr) sabato 10 maggio.

Dopo i quartieri più periferici di Cagnola, Quarto Oggiaro e Forlanini, la scelta è caduta sul cuore della città. Anglicani, cattolici, ortodossi, copti, protestanti, vetero-cattolici ed Esercito della salvezza sono invitati a pregare insieme e a invocare il dono dello Spirito. Letture bibliche, salmi, canti e riflessioni arricchiranno la preghiera comune.

La veglia, intitolata “Speranza e condivisione: frutti dello Spirito”, sarà itinerante (in caso di maltempo si svolgerà nella Basilica di San Vittore): il ritrovo è alle 20.45 presso la Chiesa ortodossa romena di via De Amicis 13. Il corteo partirà quindi a due passi da un luogo-simbolo della città, le Colonne di San Lorenzo.

«Lì ogni sabato sera – si legge nel volantino – centinaia di giovani si danno appuntamento cercando svago e divertimento». Si pregherà per loro e per tutti, giovani e adulti, italiani e stranieri, che vivono o lavorano nel cuore di Milano. L’idea è quella di attraversare il quartiere, «andando anche a scoprire – dicono gli organizzatori – sacche di povertà, di disagio e di emarginazione», che pure ci sono.

Per questo i fedeli sfileranno davanti al Centro psico-sociale (Cps) vicino a via Conca del Naviglio, per poi raggiungere il Centro cittadino vincenziano di via Ariberto, presso la parrocchia di San Vincenzo in Prato: le volontarie e le suore Figlie della carità sono molte attive nell’aiuto ai poveri, agli stranieri e ai malati.

Altra tappa significativa sarà in piazza Filangieri, davanti alla Casa circondariale di San Vittore, che oggi ospita 1300 detenuti e un centinaio di donne. E proprio ai carcerati e alle loro famiglie e bambini è rivolto l’impegno dell’associazione “Il girasole”, che da oltre un anno ha aperto un centro di ascolto vicino all’istituto di pena.

Punto di arrivo della Veglia sarà la Basilica di San Vittore, dove si concluderà la preghiera ecumenica, accompagnata da canti, orazioni e gesti simbolici. Insieme i rappresentanti delle diverse Chiese impartiranno la benedizione finale a tutti i presenti.
Info: segreteria Consiglio delle Chiese Cristiane di Milano (tel. 02.8556303)

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi