Sarà presto pubblicato il nuovo testo che le parrocchie dovranno utilizzare per impostare il cammino di preparazione al battesimo


Redazione

08/04/2008

E’ attesa per domenica prossima la pubblicazione del sussidio diocesano intitolato “Il mistero dell’accoglienza – Il Battesimo, prima tappa dell’iniziazione cristiana”. Si tratta di uno strumento pastorale per le comunità cristiane, chiamate dal cardinale Dionigi Tettamanzi a far crescere «sempre più la coscienza dell’importanza pastorale del tempo del Battesimo prima, durante e dopo la sua celebrazione» (“Famiglia comunica la tua fede”, n. 30).

A questo proposito monsignor Luigi Manganini, Vicario episcopale per l’Evangelizzazione e i Sacramenti, rileva che «la cura e l’attenzione pastorale da riservare a quanti oggi si rivolgono alle nostre comunità per celebrare il Battesimo dei propri figli è un segno tangibile della conversione missionaria che l’Arcivescovo sta chiedendo alla Chiesa ambrosiana».

Il testo offre essenziali orientamenti operativi soprattutto per coloro che stanno iniziando il ministero di catechisti battesimali. Le otto schede in cui si articola la pubblicazione si occupano dell’accoglienza e dell’accompagnamento dei genitori che chiedono il Battesimo, della comunicazione della fede in famiglia, di una celebrazione più visibilmente comunitaria del Battesimo, delle possibili tappe di un cammino post-battesimale e dei soggetti coinvolti nella pastorale del Battesimo (comunità pastorali, parrocchie grandi e piccole, équipes battesimali).

Secondo don Paolo Sartor, segretario della Commissione arcivescovile Iniziazione cristiana, tali contenuti «sono frutto della sperimentazione diocesana nell’ambito dell’iniziazione. Alla luce del Percorso pastorale diocesano e del nuovo sussidio, ogni comunità è invitata a rivedere e rinnovare la propria proposta pastorale, affinché il battesimo possa essere riconosciuto, come chiede l’Arcivescovo, come “il primo grande segno che trasmette la fede”».

“Il mistero dell’accoglienza” sarà il libro di riferimento per la formazione dei nuovi operatori e delle équipes battesimali, che si terrà in questi mesi fino a giugno nelle varie Zone pastorali in collaborazione con la segreteria delle Sdop (Scuole diocesane per gli operatori pastorali). Il progetto formativo, predisposto da don Silvano Caccia, responsabile del Servizio diocesano per la Famiglia, don Paolo Sartor, Gabriella Biader, Valeria Borgomanero e Sonia Spinelli, prevede interventi sulla celebrazione e la teologia del Battesimo, le caratteristiche della pastorale battesimale, il Catechismo dei bambini Cei e la comunicazione con gli adulti-genitori.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi