Dal 12 febbraio su Telenova e Radio Marconi in onda cinque serate con l'Arcivescovo dal titolo "Rinascere dall'acqua e dallo Spirito", un itinerario in preparazione alla Pasqua. Ogni puntata sarà on line su www.chiesadimilano.it ogni martedì a partire dalle ore 22


Redazione

31/01/2008

di Luisa BOVE

Sarà dedicata al battesimo la catechesi quaresimale dell’Arcivescovo intitolata “Rinascere dall’acqua e dallo Spirito” e trasmessa su Telenova (alle 20.45) e Radio Marconi (alle 21) a partire dal 12 febbraio per cinque martedì.

Quello del battesimo è un tema caro al cardinal Tettamanzi che molto ha scritto anche sul Percorso pastorale intitolato “Famiglia comunica la tua fede”. «Se un papà e una mamma chiedono il battesimo per un figlio – si legge nel testo -, esprimono la convinzione di chiedere qualcosa di bello per il proprio bambino».

E aggiungeva: «Anche se la loro famiglia non è perfetta, non è in grado di dare sempre una risposta convinta e coerente, o persino non esiste come famiglia vera e propria, tuttavia questi genitori intuiscono chiaramente che segnare il proprio figlio nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito santo è qualcosa di veramente importante per la sua vita, è un grande bene per lui».

Nelle cinque puntate saranno affrontati i passaggi fondamentali della liturgia del sacramento: invocazione sull’acqua, professione di fede, battesimo, unzione con il sacro Crisma e consegna del cero. Ogni serata sarà trasmessa da diversi luoghi di culto, a cominciare dal Duomo di Milano, dove c’è il battistero di San Giovanni alle Fonti a forma ottagonale, assai cara agli ambrosiani perché rievoca il battesimo di Sant’Agostino nella Pasqua del 387.

La seconda tappa sarà a Magenta, nella basilica di San Martino, dove è stata battezzata Gianna Beretta Molla, per ricordare a ogni credente che la strada della santità è per tutti.

Per il terzo mercoledì di Quaresima il cardinal Tettamanzi si recherà a Desio, in particolare nella parrocchia San Giovanni Battista dove la vasca battesimale richiama l’immagine di una conchiglia, simbolo utilizzato spesso per evocare il battesimo di Gesù al fiume Giordano.

La quarta puntata sarà trasmessa da Valleambrosia, vicino a Rozzano, nella chiesa dedicata a Santa Monica e Sant’Agostino. Una scelta non casuale, in cui il battistero è stato collocato in uno spazio riservato.
La forma ottagonale ricorda – come già la fonte del Duomo di Milano – i sette giorni della creazione e l’ottavo lato quello della risurrezione di Cristo.

L’ultima catechesi sarà trasmessa da Galliano, a pochi chilometri da Cantù, presso il battistero di San Giovanni Battista che sorge accanto alla chiesa. Qui i catecumeni nella notte di Pasqua vi venivano battezzati prima di poter accedere alla mensa eucaristica.

Quest’anno la catechesi quaresimale itinerante, con tappe presso diversi fonti battesimali, offre a tutti gli ascoltatori e telespettatori spunti di riflessione – anche a partire da elementi artistici e simbolici – per meglio comprendere il sacramento che rende figli di Dio.

L’Arcivescovo, oltre a rivolgersi a tutti coloro che da casa partecipano alle catechesi, parlerà direttamente ad alcune persone presenti di volta in volta alle serate. Anche loro, famiglie e operatori pastorali, interverranno sul tema con riflessioni, provocazioni o dubbi, quasi a introdurre l’argomento che poi il cardinal Tettamanzi affronterà più ampiamente.

Al termine della catechesi sarà recitata una preghiera, quindi i gruppi di ascolto saranno invitati a continuare la serata riflettendo e confrontandosi tra loro, anche a partire da alcuni spunti lanciati sul finire della trasmissione.

Per seguire le catechesi è possibile acquistare il fascicolo “Rinascere dall’acqua e dallo Spirito” (In dialogo, 1,90 euro, 48 pagine) che contiene brani biblici, breve testo della liturgia battesimale, orazioni e spunti per la riflessione individuale o di gruppo.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi