L'anno accademico partirà il 15 ottobre con un nuovo ordinamento quinquennale: i primi tre anni per il Diploma in Scienze religiose, i successivi due per il Magistero in Scienze religiose


Redazione

05/09/2008

Nuova impostazione all’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Milano (Issrm). Il piano di studi, realizzato in stretta collaborazione con la Facoltà teologica dell’Italia settentrionale, prevede due cicli: il primo, triennale, per il conseguimento del Diploma in Scienze religiose; il successivo, biennale, per il conseguimento del Magistero in Scienze religiose.

Questa nuova struttura degli studi (3+2) e il numero di crediti formativi universitari richiesti (60 all’anno) consentiranno di chiedere il riconoscimento accademico degli studi e dei titoli di studio.

Il nuovo anno accademico inizierà il 15 ottobre con i corsi del primo, del secondo e del terzo anno del nuovo ordinamento (quinquennale) e i corsi del quarto anno del vecchio ordinamento (quadriennale). Come lo scorso anno, gli studenti potranno scegliere se frequentare nei pomeriggi dal mercoledì al venerdì o dal giovedì al sabato.

Il 15 ottobre riprenderà anche l’attività del Dipartimento per la formazione permanente. I corsi del Dipartimento, che mirano alla formazione personale e all’aggiornamento professionale, sono aperti a tutti e, per favorire chi lavora, si svolgono al sabato. Quest’anno il programma prevede undici corsi di aggiornamento e una giornata di studio.

Le iscrizioni all’anno accademico dell’Issrm sono aperte mercoledì, giovedì, venerdì e sabato dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 17.30, presso la sede di corso Venezia 11 a Milano (tel. 02795508, issr.milano@tin.it – www.chiesadimilano.it/issr)

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi