Domenica 23 novembre è la Giornata di sensibilizzazione delle offerte deducibili per il sostentamento dei sacerdoti


Redazione

20/11/2008

Ventiseimila campanili si diffonderanno nelle parrocchie italiane domenica 23 novembre, Giornata nazionale di sensibilizzazione delle offerte per il sostentamento dei sacerdoti. Parliamo, naturalmente, di quelli che contengono i pieghevoli completi di bollettino postale attraverso cui è possibile effettuare l’offerta e sui quali si legge “I sacerdoti aiutano tutti. Aiuta tutti i sacerdoti”.

Sarà un’occasione per informare tutti i fedeli su come sia possibile sostenere tutti i sacerdoti diocesani con le apposite offerte, intestate all’Istituto Centrale Sostentamento Clero, e su come funzioni il sistema nazionale di sostegno economico dei sacerdoti.

Sarà anche un’opportunità per formare le comunità sul valore perequativo e solidale di questa forma di partecipazione alla vita della Chiesa, scaturita dalla revisione concordataria del 1984. Infatti da ormai 20 anni i sacerdoti non ricevono più la “congrua” dallo Stato ed è responsabilità di ogni fedele partecipare al loro sostentamento, anche attraverso le offerte deducibili.

«La Giornata del 23 novembre vuole sensibilizzare i fedeli a donare un’offerta per tutti i sacerdoti – afferma Paolo Mascarino, responsabile del Servizio Cei per la promozione del sostegno economico alla Chiesa cattolica -. E’ un segno per dire grazie a chi ha dedicato la sua vita al Vangelo e al servizio del prossimo. Le offerte per i sacerdoti vengono raccolte a livello nazionale e contribuiscono ad assicurare il necessario a tutti i preti diocesani in Italia, in particolare a coloro che prestano il proprio ministero pastorale nelle comunità più piccole e bisognose, e a quelli anziani e malati».

Nel 2007 sono state raccolte 171.512 offerte, per un totale di 16.801.045,43 euro. Queste offerte concorrono a rendere possibile la remunerazione mensile dei 35 mila sacerdoti secolari e religiosi a servizio delle 226 diocesi italiane e dei 3 mila sacerdoti che, per ragioni di età o di salute, sono in previdenza integrativa. Sono sostenuti così anche circa 600 sacerdoti impegnati nelle missioni nei paesi del Terzo Mondo come Fidei Donum.

L’iniziativa è promossa dal Servizio per la Promozione del Sostegno Economico alla Chiesa Cattolica e si avvale del supporto di una rete capillare di 231 incaricati diocesani che con la collaborazione dei referenti parrocchiali affiancano i parroci nella sensibilizzazione al tema.
Per informazioni e approfondimenti consultare il sito www.offertesacerdoti.it.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi