«Si passa da atteggiamenti iper-protettivi della madre che prepara ancora la cartella al figlio a un'eccessiva autonomia dei ragazzi che alle medie sono considerati grandi e capaci di arrangiarsi...»


Redazione

08/09/2008

di Luisa BOVE

Che fare di fronte a genitori che si sottraggono al loro ruolo educativo? «Il lavoro che come Agesc facciamo nei confronti di tutte le famiglie – risponde il presidente Portioli -, è quello di aiutarle a riappropriarsi dal punto di vista culturale della dignità di essere i responsabili primi dell’educazione dei loro ragazzi. Èsbagliata la delega, ma anche lasciare i figli a scuola il più possibile perché entrambi i genitori devono lavorare. Su questo il Cardinale ha già fatto affermazioni significative rispetto al tempo da dedicare al lavoro e al riposo. Ma se i genitori hanno meno tempo per i figli in termini di quantità, devono almeno aumentare la qualità, magari riducendo le ore di televisione o video game. Così è possibile ascoltarsi, guardarsi in faccia e creare una relazione».

L’Arcivescovo denuncia alcuni problemi per i quali chiede un’attenzione particolare, a cominciare dall’abbandono scolastico e da certe situazioni di disagio. «Il cardinal Tettamanzi dice in modo esplicito che i genitori non devono avere paura di relazionarsi con i figli e avere il coraggio di dire i “sì” e i “no” giusti», commenta Portioli. E insiste: «Specialmente i “no”, anche perché i ragazzi se li aspettano. Spesso l’attenzione che un figlio percepisce dal genitore passa attraverso i “no” (“Mi vuole bene perché mi nega qualcosa”)».

Rispetto all’abbandono scolastico il presidente dell’Agesc aggiunge: «Non dire i “no” giusti ha come conseguenza quello di generare figli deboli, incapaci di affrontare le prime difficoltà e situazioni di disagio che poi sfociano nell’abbandono. Invece noi (e la scuola) dobbiamo aiutare i nostri figli a essere forti, a saper gestire anche qualche difficoltà in ambito scolastico, in vista di quelle più grandi che dovranno affrontare nella vita».

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi