Link: https://www.chiesadimilano.it/news/attualita/stranieri-in-italia-piu-della-meta-sono-cristiani-2810337.html
Sirio 15 - 21 luglio 2024
Share

Ismu

Stranieri in Italia, più della metà sono cristiani

I dati forniti dalla Fondazione sulla situazione relativa a immigrati e religioni aggiornata all’1 gennaio 2024: numeri leggermente in aumento per i cristiani (2,8 milioni), musulmani stabili a circa 1,6 milioni

10 Luglio 2024
da Fondazione Ismu

Fondazione Ismu Ets, in base alle ultime ricerche sul campo e ai dati relativi agli iscritti in anagrafe, stima che all’1 gennaio 2024 tra gli stranieri residenti in Italia le persone di religione cristiana, compresi i minori, siano circa 2,8 milioni, un centinaio di migliaia in più rispetto alla stessa data del 2023. Nel complesso, nel nostro Paese i cristiani immigrati rappresentano, dunque, il 53% su un totale di 5,3 milioni di residenti stranieri e si confermano il gruppo religioso maggioritario, con un leggero aumento d’incidenza percentuale, oltre che assoluto, rispetto a dodici mesi prima.

Tra i cristiani, il gruppo più numeroso è costituito prevalentemente da ortodossi (1,5 milioni) e cattolici (circa 900 mila), seguiti a distanza da evangelici (145 mila), copti (circa 85 mila) e persone di altre appartenenze minori (nel complesso, quasi un altro paio di centinaia di migliaia).

Gli stranieri residenti in Italia di fede musulmana sono circa 1,6 milioni (più stabili in numerosità in valore assoluto rispetto al 1° gennaio 2023). In misura minore, sempre tra gli stranieri, sono presenti buddisti (circa 180 mila), induisti (circa 110 mila), sikh (90 mila) e altri (nel complesso, sono circa un altro paio di decine di migliaia). Molto importante è ancora la quota di atei e agnostici, circa il 10% in totale e oltre mezzo milione in termini assoluti.

Le provenienze

Fondazione Ismu Ets stima che più di un quarto dei musulmani residenti in Italia al 1° gennaio 2024 sia di cittadinanza marocchina, per un totale di quasi 420 mila persone. Seguono i cittadini musulmani di Albania (circa 160 mila), Bangladesh (150 mila) e Pakistan (circa 140 mila).

Tra i cristiani ortodossi primeggiano invece i rumeni (circa 880 mila), che da soli rappresentano nettamente la maggioranza assoluta di tale componente religiosa tra gli stranieri, seguiti da ucraini (circa 230 mila) e moldovi (circa 100 mila). Per quanto riguarda i cattolici, invece, tra le nazionalità più numerose si segnalano i filippini (circa 140 mila) e gli albanesi (circa 90 mila).