Sirio 04-10 marzo 2024
Share

Roma

Napolitano e Scola a colloquio sui giovani

L'Arcivescovo di Milano ha guidato al Quirinale una delegazione dell'Istituto Toniolo (di cui è presidente), presentando al Capo dello Stato i contenuti del "Rapporto" curato dall'Istituto sulla condizione giovanile in Italia

28 Gennaio 2014
Roma - Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano nel corso dell'incontro con S.Em. Rev.ma il Cardinale Angelo Scola, Arcivescovo di Milano e Presidente dell'Istituto Toniolo, accompagnato da una delegazione dell'Università Cattolica del Sacro Cuore, in occasione della presentazione del Rapporto Giovani 2013. Da sinistra nella foto il Presidente della Fondazione Cariplo, Giuseppe Guzzetti e il Rettore dell'Università Cattolica del Sacro Cuore, Franco Anelli. oggi 28 gennaio 2014.
(Foto di Paolo Giandotti - Ufficio per la Stampa e la Comunicazione della Presidenza della Repubblica)

Questa mattina il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha ricevuto nel suo studio privato il Presidente dell’Istituto Toniolo, il cardinale Angelo Scola. L’Arcivescovo di Milano era accompagnato dal direttore dell’Istituto Toniolo Enrico Fusi, dal rettore dell’Università Cattolica professor Franco Anelli, dalla professoressa Paola Bignardi (coordinatrice del gruppo di ricerca del Rapporto Giovani), dal professor Alessandro Rosina (coordinatore scientifico del Rapporto) e dall’avvocato Giuseppe Guzzetti, presidente della Fondazione Cariplo e partner del Rapporto.

Il cardinale Scola ha presentato al presidente Napolitano le finalità del Rapporto Giovani, la prima e unica indagine completa sulla condizione giovanile in Italia, «nata per offrire una lettura scientifica e affidabile dell’universo giovanile italiano in questo tempo di rapidi mutamenti». Il presidente Napolitano ha ascoltato con interesse la presentazione del Rapporto, prestando particolare attenzione ai temi del lavoro e dell’imprenditoria giovanile, della scuola, della relazione tra formazione e ingresso nella professione, della famiglia, del futuro e del volontariato.

«È stato un incontro molto cordiale e intenso – ha spiegato al termine il cardinale Scola -, un’occasione privilegiata per condividere il lavoro di indagine del Rapporto Giovani, un contributo al Paese per far conoscere la realtà dei giovani, superando i numerosi stereotipi che circolano sui ragazzi. Il Rapporto Giovani, insieme alle Borse di studio, ai collegi, ai progetti di formazione internazionali, è un contributo che l’Istituto Toniolo offre agli studenti dell’Università Cattolica e alla realtà giovanile».

Leggi anche

Crisi
Giovani

Due giovani su tre costretti
a tornare dai genitori

È uno degli effetti della mancanza di stabilità professionale ed economica. Per migliorare le proprie prospettive quasi un giovane lombardo su due disposto a trasferirsi all’estero

di Cristina CONTI

Indagine
POPE FRANCIS INAUGURATION MASS

Otto giovani su dieci si identificano
col linguaggio di Bergoglio

I dati del Rapporto Giovani, la ricerca curata dall’Istituto Toniolo in collaborazione con l’Ipsos e la Fondazione Cariplo

10 gennaio
manager

Il Toniolo presenta il Rapporto Giovani

Il progetto, il metodo d’indagine e i primi risultati della ricerca al centro
di un incontro per far conoscere anche il beato Giuseppe Toniolo

Toniolo
Giovani

Giovani: promossa la scuola,
bocciate le istituzioni

Nuovo segmento del “Rapporto” promosso dall’Istituto e realizzato dall’Ipsos che ha intervistato 9000 persone fra i 18 e i 29 anni. Ambivalente il voto sulla Chiesa

Rapporto 2013
giovani

I giovani italiani
ancora in mezzo al guado

“La condizione giovanile in Italia” è il titolo del volume presentato a Milano e che raccoglie i risultati della ricerca promossa dall’Istituto Giuseppe Toniolo in collaborazione con Fondazione Cariplo e Università Cattolica. L’indagine, che coinvolge 9 mila giovani tra i 18 e i 29 anni (i cosiddetti “millennials”, divenuti maggiorenni nel XXI secolo) intende seguire i loro percorsi di vita per 5 anni

di Francesco ROSSI Inviato Sir a Milano