Link: https://www.chiesadimilano.it/news/attualita/in-bicocca-si-riflette-sui-rapporti-tra-francia-e-germania-2526038.html
Share

Europa

In Bicocca si riflette sui rapporti tra Francia e Germania

In vista del rinnovo dell’Europarlamento nel 2024, il 4 e 5 dicembre il Centro pastorale “C. M. Martini” propone due conferenze con Beda Romano, corrispondente del «Sole 24 Ore» a Bruxelles

27 Novembre 2023

Il 2024 sarà un anno molto importante per l’Unione europea. L’1 maggio ricorrerà il ventesimo anniversario del più grande allargamento dell’Unione registrato finora: aderirono all’Ue dieci Paesi, baltici e dell’Europa centrale e sudorientale: Cipro, Repubblica Ceca, Estonia, Ungheria, Lettonia, Lituania, Malta, Polonia, Slovacchia e Slovenia. E soprattutto, dal 6 al 9 giugno, i cittadini dei 27 Paesi dell’Unione eleggeranno i loro rappresentanti al Parlamento europeo.

In vista di questo anno così significativo – e per conoscere più da vicino le dinamiche di un’Europa unita nella diversità, come recita il suo motto – il Centro pastorale “C. M. Martini” degli Università degli Studi di Milano – Bicocca propone due cicli di conferenze con Beda Romano, corrispondente del Sole 24 Ore a Bruxelles e in precedenza in Germania e in Francia.

Il primo si terrà in Bicocca il 4 e 5 dicembre e indagherà i rapporti storici, politici e culturali tra Francia e Germania, due tra i Paesi fondatori dell’Unione, il cui legame costituisce, da oltre mezzo secolo, il pilastro su cui poggia la storia dell’integrazione europea. Quali sono le radici di una storica riconciliazione dopo tre sanguinosi conflitti? Quali sono le differenze culturali e istituzionali tra i due Paesi? Quale è il ruolo dell’Italia nel rapporto tra Parigi e Berlino?

La partecipazione è libera e gratuita, ma è richiesta l’iscrizione (per programma e modulo di iscrizione clicca qui).
L’Università Bicocca rilascerà un attestato di partecipazione.
Locandina 
Brochure 

Nel mese di maggio Beda Romano tornerà in Bicocca per proporre un itinerario culturale dei Paesi entrati vent’anni fa nell’Unione.