Al Museo Baroffio una presentazione in anteprima, con visita guidata, della ricerca che Riccardo Valente ha condotto sui graffiti che nei secoli sono stati apposti negli spazi della cripta del Santuario del Sacro Monte.

Santa_Caterina_Graffiti

Sabato 18 novembre 2017, alle ore 15.00, presso il Museo Baroffio e del Santuario di Santa Maria del Monte al Sacro Monte di Varese si terrà la presentazione del lavoro di ricerca I Graffiti degli ambienti sottostanti il Santuario di Santa Maria del Monte.

Il dott. Riccardo Valente, autore dello studio, presenterà al pubblico i risultati emersi dall’analisi svolta sui graffiti della Cripta. All’incontro farà seguito una visita guidata di approfondimento in tali ambienti, durante la quale lo stesso ricercatore avrà modo di mostrare e spiegare sul campo quanto scoperto.

In tale occasione saranno presenti la dott.ssa Monica Abbiati – Regione Lombardia Responsabile Promozione Siti UNESCO, Patrimonio Archeologico e Itinerari Turistico-Culturali – e Sua Ecc. mons. Franco Agnesi, vicario episcopale per la zona di Varese.

Lo studio, condotto dal dott. Valente all’interno del progetto “Il Patrimonio tra ricerca e valorizzazione: dallo studio dei graffiti murari della Cripta una riflessione sui valori del patrimonio culturale del Sacro Monte di Varese”, è stato promosso da Fondazione Paolo VI per il Sacro Monte di Varese e Parrocchia di Santa Maria del Monte in Varese e finanziato da Regione Lombardia nell’ambito dell’avviso unico cultura – interventi per attività culturali ambito 7 aree archeologiche e siti iscritti o candidati alla lista UNESCO. Il progetto ha inoltre ricevuto lettere di sostegno dal Comune di Varese e dal Complesso Museale della Collegiata di Castiglione Olona.

Il lavoro di ricerca ha riguardato nello specifico i graffiti spontanei lasciati dai visitatori di passaggio sulle superfici pittoriche della Cripta tra il XV secolo e gli inizi del XX secolo. Ciò ha inoltre consentito un confronto con i graffiti ritrovati in contesti simili, presenti sul nostro territorio, come quelli del Battistero presso il Museo della Collegiata a Castiglione Olona, dove la ricerca sulle tipologie di iscrizioni spontanee era già stata condotta dallo stesso ricercatore con interessanti risultati, indagando periodi cronologici in parte sovrapponibili a quelli evidenziati nella Cripta del Sacro Monte di Varese.

Tale opera di ricerca, dal rilevante valore scientifico, ha portato alla raccolta di dati inediti, utili per inquadrare e rilevare la tipologia di persone (abitanti e pellegrini), che tra XV e XVI secolo frequentavano il Santuario di Santa Maria del Monte, lasciando evidente traccia del loro passaggio.

La presentazione, su prenotazione obbligatoria, sarà a ingresso gratuito.

Per informazioni e prenotazioni contattare il 366 4774873 o scrivere a info@sacromontedivarese.it .

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi