La Sala delle Colonne sarà il luogo privilegiato per gli incontri culturali del nuovo polo museale e potrà essere accessibile al pubblico, in anteprima, in occasione del primo incontro tra letteratura e teologia, su testi di sant’Agostino e Blaise Pascal

Logo Veneranda Fabbrica Duomo Milano

Mancano pochi mesi al 4 novembre 2013, giorno che vedrà l’inaugurazione del nuovo Grande Museo del Duomo di Milano e il riallestimento del preziosissimo Archivio della Veneranda Fabbrica: un grande racconto attraverso cui milanesi e visitatori riscopriranno l’identità della Città e la storia di una grande scuola di saperi.

L’intera storia della Fabbrica, infatti, dal 1387 ai giorni nostri, è una realtà che si plasma nella quotidianità, fatta di marmo e di carne: scuola di vita e scuola per il territorio, che attraverso il marmo e le vetrate del Duomo è agora di sapienza europea.

La Sala delle Colonne del Grande Museo del Duomo di Milano sarà il luogo privilegiato per gli incontri culturali del nuovo polo museale e potrà essere accessibile al pubblico, in anteprima, martedì 28 maggio 2013 alle ore 18 in occasione del primo appuntamento della “Scuola della Cattedrale”, un percorso tra letteratura e teologia, su testi di sant’Agostino e Blaise Pascal, con la presentazione del libro La condizione umana, a cura di Claudia Mettel, promossa dal Capitolo Metropolitano del Duomo di Milano e dalla Veneranda Fabbrica, in collaborazione con l’Associazione Mendrisio Mario Luzi Poesia nel mondo.

Curatore dell’iniziativa mons. Gianantonio Borgonovo, Arciprete del Duomo di Milano. L’evento vedrà la partecipazione del prof. Angelo Caloia, Presidente della Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano, del prof. Giovanni Reale, Direttore delle Collane filosofiche Bompiani, di Carlo Carena, Casa Editrice Einaudi, di Paolo A. Mettel, Presidente dell’Associazione Mendrisio Mario Luzi Poesia nel mondo e del Dr. Armando Torno, Editorialista del Corriere della Sera. L’ingresso è libero e aperto a tutti.

Con questa anteprima assoluta, la Sala delle Colonne si popolerà nuovamente di voci e segni in dialogo con la città.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi