Il noto e apprezzato scrittore, critico letterario e accademico, è morto a 73 anni, in seguito al Covid-19.

È morto a 73 anni, dopo una lunga malattia, lo scrittore, critico letterario e accademico Marco Santagata. Le sue condizioni di salute erano peggiorate negli ultimi giorni, dopo che si era ammalato di Covid-19.

«Ci lascia un grande intellettuale e un amico generoso – ha commentato Paolo Mancarella, rettore dell’Università di Pisa – e di lui oltre al grande sapere, ci mancheranno l’infinita curiosità, il desiderio di conoscere e la sottile ironia. E’ stato uno dei grandi maestri del nostro ateneo e il vuoto che lascia difficilmente sarà colmabile».

Santagata, che era nato a Zocca, in provincia di Modena, nel 1947, era stato uno dei più importanti studiosi a livello internazionale di Dante e Petrarca. A partire dal 1996 aveva pubblicato anche diversi romanzi tra cui Il maestro dei santi pallidi con cui aveva vinto il Premio Campiello nel 2013 e Come donna innamorata, finalista del Premio Strega nel 2015.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi