La IV edizione del ciclo di incontri “L’espressione del Sacro” si rivolge a tutti coloro che desiderano conoscere più a fondo l’arte cristiana e trasmetterla agli altri con l’insegnamento, la catechesi e la propria creatività. Sabato 6 maggio, alla Galleria d'arte sacra dei contemporanei a Milano, il primo appuntamento con mons. Sguaitamatti

villa clerici GASC
L'immagine simbolo dell'iniziativa

La IV edizione del ciclo di incontri “L’espressione del Sacro” intitolata “Quando l’arte è annuncio” si rivolge a tutti coloro che desiderano conoscere più a fondo l’arte cristiana e trasmetterla agli altri con l’insegnamento, la catechesi e la propria creatività.

Il patrimonio artistico plasmato dalla fede è diffuso, composto da grandi e piccoli capolavori, ed è elemento qualificante del nostro orizzonte quotidiano. Ma come decifrarlo? Come farne emergere il significato più profondo? Come farlo dialogare con i grandi interrogativi che l’uomo di oggi si pone? E, soprattutto, come trasmetterlo agli altri attraverso percorsi tematici e di catechesi?

Tre relatori risponderanno a queste domande, condividendo le proprie esperienze concrete e le buone pratiche attuate in diversi contesti.

Sabato 6 maggio, ore 10.30
Bellezza e mistero nell’Ultima Cena di Leonardo da Vinci. L’esperienza di un cammino
Intervento di Mons. Domenico Sguaitamatti, Ufficio Beni Culturali della Diocesi di Milano
Partendo dalla lettura iconografica del Cenacolo di Leonardo da Vinci, viene illustrato come questo capolavoro possa accompagnare un percorso di catechesi sul tema dell’eucaristia.

Sabato 20 maggio, ore 10.30
Raccontare la bellezza. Esperienze inter-diocesane di annuncio del Vangelo con l’arte
Intervento di Giovanni Gardini, docente di Iconografia cristiana presso ISSR Sant’Apollinare di Forlì
L’esperienza di un caso studio che ha visto gli studenti dell’ISSR di Forlì interpretare delle opere d’arte presenti in diverse parrocchie non in chiave storico-artistica, ma attraverso il loro significato teologico: ne è scaturita una valorizzazione che ha coinvolto esempi di beni culturali di cinque diocesi e che ha fatto emergere una ricchezza di significato inedita e di prossimità.

Sabato 27 maggio, ore 10.30
Quando l’arte si fa contemporanea. L’esperienza del progetto “Secondo Annuncio” nell’arte
Intervento di Andrea Nante, Direttore del Museo Diocesano di Padova
Come rivolgersi agli adulti che si sono allontanati dalla fede? Incontrandoli nelle situazioni reali e nelle tematiche concrete della vita: negli affetti, nell’educazione dei figli, nelle fragilità, nell’impegno nella comunità. L’esperienza del progetto “Secondo Annuncio” attraverso l’arte contemporanea rivela una forza particolare nell’accompagnare le persone lungo la propria ricerca di senso e di approfondimento spirituale.

Gli incontri sono rivolti principalmente a catechisti e operatori pastorali, insegnanti, cultori dell’arte, studenti, guide turistiche e artisti.

La IV edizione del ciclo di incontri “L’espressione del Sacro” dal titolo Quando l’arte è annuncio ha ricevuto il patrocinio da parte dell’Arcidiocesi di Milano.

Dove siamo
Sede degli incontri è la GASC | Galleria d’Arte Sacra dei Contemporanei, raccolta museale che espone una delle maggiori collezioni di arte sacra del ‘900 e contemporanea, ospitata all’interno della settecentesca Villa Clerici nel quartiere di Niguarda a Milano.

Il complesso di Villa Clerici si trova in una zona raggiungibile tramite mezzi pubblici: M3 Maciachini + Tram 4 – Niguarda Centro, M5 Ca’ Granda + Autobus 42 – Belloveso, Stazione Centrale + Autobus 42 – Belloveso, M5 Bicocca + Autobus 52 – Terruggia.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi