Questo il tema della XV edizione di Filosofarti, festival promosso dal Centro Culturale del Teatro delle Arti di Gallarate. Nel filone specifico «TeoFilosofarti» il 22 febbraio serata sull'accoglienza con monsignor Agnesi

filosofarti

“Dialogo” è il tema della XV edizione di «Filosofarti», festival promosso dal Centro Culturale del Teatro delle Arti di Gallarate, in programma in diverse località della provincia di Varese dal 17 febbraio all’8 marzo.

La sfida del festival è quella di permettere a tutti di confrontarsi con la riflessione filosofica e di farlo attraverso modalità interattive e innovative. Il programma alterna lezioni magistrali a esperienze laboratoriali, concerti, incontri con gli autori, concerti, mostre d’arte, cineforum e rappresentazioni teatrali. Il territorio è coinvolto in un grande progetto culturale che porta la filosofia alla gente, senza deludere le aspettative degli specialisti.

L’iniziativa si avvale dei patrocini della Regione Lombardia, degli assessorati alla Cultura dei Comuni partecipanti (Varese, Gallarate, Busto Arsizio, Besnate, Cardano al Campo, Carnago, Castellanza), della Provincia di Varese, del Miur (nella sua espressione provinciale Ust), dell’Ex Irre Lombardia – Gestione Commissariale, dell’Università dell’Insubria (nell’ambito del progetto “Giovani pensatori”) e dell’Università degli studi San Raffaele di Milano, oltre che di quello della Città Metropolitana di Milano e dell’alto patrocinio della Presidenza della Repubblica.

Tra gli ospiti dell’edizione 2019, Piergiorgio Odifreddi, Umberto Galimberti, Massimo Cacciari, Franco Cardini, Massimo Fini, ecc.

Il filone «TeoFilosofarti»

All’interno del Festival il filone «TeoFilosofarti» – frutto della collaborazione tra Decanato di Gallarate, Gruppo giovani di Azione Cattolica del Decanato di Gallarate, Associazione Donne per la Chiesa, Cappellania dell’Ospedale di Gallarate, Associazione Viva Via Gaggio, Cattedra e Cortile, Meic, Acli Gallarate – offre il suo contributo alla riflessione e al confronto su temi e problemi, partendo da uno sguardo cristiano sulla realtà, in dialogo con la laicità, le culture, le religioni.

«La nostra esistenza, in tutta la sua complessità, bellezza, ma anche conflittualità, chiede una continua ricerca di relazione, comprensione e solidarietà – spiega Maura Bertini a nome dell’équipe di TeoFilosofarti -. In un contesto sociale in cui le relazioni sembrano scomporsi, desideriamo ricercare e valorizzare la fiducia, il rispetto delle differenze, il pensare e agire responsabili, consapevoli che ogni relazione pubblica e personale richiede un lavoro paziente, un lavoro artigianale, un dialogo. Sappiamo che è difficile ed è un cammino mai finito, nella sfera personale come nella polis. Crediamo però che il dialogo sia essenziale per la crescita culturale e umana delle persone e delle comunità».

A partire da queste considerazioni sono stati scelti quattro temi cruciali e urgenti:

1) 22 febbraio: «Dialoghi dell’accoglienza», con don Gianni De Robertis (Fondazione Migrantes) e monsignor Franco Agnesi (Vicario generale Arcidiocesi di Milano)

2) 24 febbraio: «Osare una Chiesa giovane: vie di consapevolezza, partecipazione, creatività», con Gioele Anni (giovane protagonista del Sinodo sui giovani) e Paola Lazzarini (presidente di Donne per la Chiesa)

3) 28 febbraio: «Chiamati a una conversione ecologica: dialogando sulla casa comune», con il meteorologo Luca Mercalli e la pastora battista Lidia Maggi

4) 1 marzo: «Tempi incerti e umanità di Dio», con il teologo Brunetto Salvarani (Teologia della Missione e del Dialogo – Facoltà Teologica di Bologna).

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi