Trentanove voci diverse, e un originale inserto fotografico, narrano i luoghi e la gente, le montagne e il lago della città lariana. Un nuovo libro che continua il progetto di Vanna Massarotti Piazza, appassionato e indimenticato editore.

di Tiziana NAVA

Lecco Tiziana Nava

Lecco si racconta… sono trentanove storie d’inchiostro nero su pagine bianche, trentanove voci per una sola città. Trentanove, perché la quarantesima è nascosta tra di esse, le accomuna, le fonde in un’unica voce, ne rappresenta l’anima e si racconta solo a chi la sa ascoltare in silenzio. La quarantesima narra la storia di un editore, Vanna Massarotti Piazza, e della sua piccola grande casa editrice, la Viennepierre: una fucina d’altri tempi di libri curiosi, raffinati e di preziosa veste editoriale.

Ricercatezza di contenuti, originalità di idee e grandi progetti: Vanna Massarotti Piazza era un piccolo editore che amava il bello, accoglieva il nuovo e sapeva rischiare. Come per la fortunata collana Viennepierre “Le città narrate”, nata quasi per caso da un’idea singolare e per questo vincente: i più autorevoli esponenti della cultura, dell’imprenditoria, dello sport, della religione e della politica di una città ne raccontavano le vie, i quartieri e le piazze attraverso le loro esperienze.

Prima Milano, poi Torino, Biella, Genova, Savona e il Ponente savonese: “Le città narrate” incantavano con le loro storie e avrebbero continuato a farlo, se solo la personale storia della casa editrice Viennepierre non fosse finita nel marzo 2010, con la scomparsa del suo editore.

Della Viennepierre restavano i bei libri – più di duecento – dati alle stampe in ventiquattro anni, dal 1986, e i fili spezzati dei suoi progetti editoriali, tra cui le città che ancora attendevano di essere raccontate: Lecco, Como, Bergamo e chissà quante altre ancora.

Talvolta però un’idea, se è quella giusta, riesce a farsi strada da sé, seppur condotta per mano da chi l’ha vista nascere, crescere e ha creduto nel suo valore: così è accaduto alla collana “Le città narrate”, di cui Tiziana Nava – collaboratrice di Vanna cresciuta respirando l’aria della fucina Viennepierre – ha riannodato i fili.

“Le città narrate” hanno così trovato casa nella fucina di un altro editore artigiano del bello, Paolo Veronesi di Ibis, che ha raccolto il testimone di Vanna Massarotti Piazza dando vita alla nuova collana “Voci dalla città”, di cui il primo volume è “Lecco si racconta…”.

Pubblicato nel luglio 2012, “Lecco si racconta…” raccoglie le storie di 39 personaggi legati alla città per nascita, per professione o vicissitudini personali di vario genere. Gli autori scelti hanno età ed esperienze differenti, per restituire un ritratto di Lecco il più possibile variegato. Ogni testimonianza ci regala un angolo di città ma anche qualcosa del suo autore, del suo vissuto legato a un luogo.

In più, nelle “Voci” di Ibis, protagonista è il presente, che irrompe sulla scena con la forza delle immagini: la città non si racconta più solo a parole, ma anche attraverso l’obiettivo talvolta impietoso di una macchina fotografica.

Passato e presente si sono incontrati: Viennepierre e Ibis, Vanna Massarotti Piazza e Paolo Veronesi, “Le città narrate” e le “Voci dalla città”. Oggi molte città aspettano le loro voci e altrettante storie attendono di essere raccontate: le prime trentanove, però, ci sono già e affiorano dalle sponde lecchesi del lago di Como.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi