Presso la chiesa di San Bernardino alle Ossa a Milano una mostra di opere realizzate dall'artista milanese in occasione del Giubileo, per ribadire il valore del dialogo e dell'accoglienza, nel rispetto delle diversità culturali e spirituali.

Zeni misericordia bernardino

La mostra “Laura Zeni. Nel segno della Misericordia” ospitata presso la Chiesa di San Bernardino alle Ossa di Milano presenta, dal 5 al 31 ottobre, cinque opere site specific dell’artista milanese incentrate sulla solidarietà e sull’uomo, in continua ricerca e movimento.  

Le grandi tele ambientate in una nicchia a destra dell’altare e nelle due cappelle laterali della Chiesa esprimono “un destino individuale e collettivo, reale e metaforico, storico e metastorico, in una prospettiva eterna di incontro e accoglienza universale e atemporale. Lavori che – nella scrittura artistica di Laura Zeni – rinviano a un messaggio di Carità e Misericordia non solo religioso, ma anche laico e contemporaneo, rivolto a tutte le Fedi”, come sottolinea Stefano Valera, curatore della mostra.

La Chiesa di San Bernardino alle Ossa a Milano ha una storia antica di misericordia e carità e attualmente è anche un luogo di incontro domenicale e serale per le diverse comunità cristiana srilankese, filippina e latino-americana per la celebrazione eucaristica nella loro lingua d’origine.

Anticamente presso la Chiesa si riunivano i membri laici della Confraternita dei Disciplini,  uomini caritatevoli che si occupavano di assistere i malati e i moribondi di un vicino ospedale, seppellendo i corpi di chi non aveva più nessuno che ne faceva richiesta.

Con quei resti umani – a imperitura memoria di tanta sofferenza – nella cappella dell’Ossario, contigua alla Chiesa di San Bernardino, è stata realizzata verso la fine del ‘600 un’opera d’arte unica: una serie di mosaici che utilizzano autentiche ossa di defunti.

Nel segno di questa tradizione la mostra d’arte contemporanea di Laura Zeni si pone quale momento di riflessione e testimonianza di continuità storica, recuperando una plurisecolare tradizione di solidarietà e amore verso chi soffre ed è in difficoltà.

Un’occasione preziosa per ribadire il valore di un atteggiamento di apertura, ascolto e accoglienza dell’altro, nel rispetto delle diversità spirituale e culturale di ciascuno.

Laura Zeni, artista poliedrica, ama sperimentare i linguaggi dell’arte e del design. Dopo l’Accademia di Brera espone con successo in diverse sedi in Italia e all’estero. Negli ultimi anni è presente con mostre personali presso Superstudio Più (Milano), Spazio Tadini (Milano), Palazzo Comunale di Cremona, Triennale di Milano, Eataly Smeraldo (Milano), DAI Studio (Roma), ArtMoorHouse (Londra), Fiat Chrysler Motor Village (Londra), Chiostri dell’Umanitaria (Milano) e Jannelli&Volpi (Milano). Partecipa inoltre a numerose collettive e manifestazioni artistiche, tra le più recenti si ricordano la Biennale Italia-Cina (Torino) e quelle presso la Fortezza del Priamàr (Savona), l’Archivio Centrale dello Stato (Roma) e Onishi Project (New York). Vive e lavora a Milano. www.laurazeni.it

 

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi