A Milano un progetto del Cetec Dentro/Fuori San Vittore nel giorno in cui si ricorda la scomparsa dell'amata poetessa, nel 2009: da Ripa di Porta Ticinese alla sua Casa Museo

©Giuliano-Grittini

Il Cetec è conosciuto per la sua continuativa attività artistica nei luoghi del disagio, nelle carceri, nei Centri Milano Donna.

“In viaggio con Alda” è un progetto performativo corale, che vede uniti amici e artisti, il 1° novembre, data del ricordo dei Santi e giorno della scomparsa della poetessa nel 2009. La prima tappa inizia con una performance ‘la Strada degli Angeli’ dove attrici, performer e street artist, disegneranno un percorso di versi e canzoni da Ripa di Porta Ticinese 47 allo Spazio Alda Merini, Casa Museo della Poetessa (in via Magolfa, 32).

Alle h 17, davanti al citofono della sua vera casa, di fronte al Bar dove lei sedeva per osservare attraverso il Naviglio, le attrici Gianna Coletti, Gilberta Crispino, Alessia Punzo; i performer Ivan Chepiha, Ivna La Mart, Dana Sikorska, Noa, in una babele di lingue e segni performativi, canzoni amate e versi tradotti in dialetti e lingue diverse, coinvolgono passanti e pubblico, in una rete di emozioni e associazioni visive.

La fisarmonica di Gianpietro Marazza ci conduce attraverso il Ponte Alda Merini in una folle parata fino a via Magolfa. Attrici danzanti e street artist, ‘in modo magico’, disegnano aforismi e versi della poetessa per poi arrivare sotto la tettoia davanti alla nuova casa per un saluto corale ad Alda disegnata con l’aureola su un grande lenzuolo da Arnoldo Mosca Mondadori come una bandiera al vento.

Alle h 18 Barbara Carniti, la terzogenita della poetessa, legge alcune poesie della madre, accompagnata al pianoforte dal cantautore Corrado Coccia. Alcuni angeli custodi, Elena Pilan e Davide Di Socio, artisti del CETEC, conducono il pubblico davanti alla Stanza di Alda, dando voce a oggetti iconici e pezzi di Muro degli Angeli.

Alle h 19 il maestro Enrico Intra, introdotto da Arnoldo Mosca Mondadori, dà vita al concerto “Il suono delle parole”, un omaggio oltre che un dono, di emozioni e ricordi.

Dalle h 20 dentro e fuori la Casa Museo una vera e propria festa, un “Happy Alda!” accompagnato sempre da note al pianoforte da Carlo Zerri, i giovani talentuosi Lorenzo Cattel e Zoe Tedesco, un piano bar di note meriniane, ricordando chi da autodidatta suonava Mozart e Bach, cantava Jonny Guitar e “Azzurro”… Il viaggio con Alda continua!

Ingresso Spazio Alda Merini consentito solo con green pass e prenotazione obbligatoria all’indirizzo email: info@spazioaldamerini.com “In viaggio con Alda” si svolgerà anche in caso di pioggia.

Cedec realizza progetti con passione e tesi all’inclusione sociale anche di soggetti svantaggiati. Per questo, dopo aver vinto agli inizi del 2021 come capofila della rete ‘Piccola Ape Furibonda’, la gestione dello Spazio Alda Merini Casa delle Arti con il progetto intitolato “Le stanze di Alda”, ha pensato a iniziative continuative e coerenti per i prossimi anni, proponendo, con il supporto del Comune di Milano e di Enti Pubblici e Privati, attività culturali che valorizzano sul piano artistico e di inclusione sociale l’opera e la memoria di Alda Merini, in modo innovativo, sperimentando performance e teatro musicale come linguaggio principale di promozione e strumento di conoscenza del luogo e delle sue potenzialità di apertura alla città. L’iniziativa del 1° novembre ha ricevuto il patrocinio oneroso della Fondazione Cariplo e il patrocinio del Municipio 6.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi