Ultimo appuntamento con la celebrazione in latino dei Vespri ambrosiani animata dai canti della tradizione locale eseguiti dai Cantà Promàn

Canta Proman

L’edizione 2016 del festival Voces si conclude con un “evento nell’evento”, che suggella una delle tante collaborazioni attivate dal festival con altre associazioni e istituzioni: l’iniziativa avviene infatti all’interno di “Premana rivive l’antico”, di cui costituisce l’evento conclusivo.

L’appuntamento è domenica 9 ottobre, alle 16, nella chiesa parrocchiale di San Dionigi a Premana (Lc), per la celebrazione in latino dei Vespri ambrosiani con i canti della tradizione premanese, ricostruiti negli scorsi anni grazie alla memoria degli anziani e ormai divenuti un appuntamento fisso nell’ambito di Premana rivive l’antico. Come è noto, Premana costituisce il giacimento di canto popolare più ricco e importante di tutto l’arco alpino e dalla metà degli anni Settanta gli etnomusicologi hanno focalizzato la loro attenzione su questo eccezionale patrimonio. Solo negli ultimi anni, però, grazie a una ricerca condotta da Res Musica con il sostegno di Regione Lombardia e della Provincia di Lecco, è stato riscoperto e studiato il repertorio dei canti liturgici.

Quella di domenica è la celebrazione completa degli antichi Vespri ambrosiani: un’articolata e suggestiva cerimonia, che si apre con il rito del Lucernario, prosegue con la collana dei cinque salmi culminanti con il Magnificat e l’incensazione dell’altare, la processione stazionale; terminato il Vespro vi sarà la benedizione eucaristica preceduta dal Te Deum. La celebrazione si concluderà con il canto della dalla grandiosa Ave Maria premanese.

Le melodie sono eseguite dalle potenti e generose voci dei cantori spontanei di Cantà Promàn accompagnate all’organo da Dionigi Gianola.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi