Tutto pronto per la nuova edizione del progetto "Passio", promosso dalla Diocesi di Novara. Incontri con don Ciotti, Enzo Bianchi, il cardinal Ravasi, fra musica, arte e fede con al centro la Pietà di Cannobio.

Pietà Cannobio

«Ecce Homo! Il volto del Dio Figlio» è il titolo della sesta edizione del progetto “Passio. Cultura e arte attorno al mistero pasquale” che la diocesi di Novara promuove dal 5 marzo all’11 maggio per esplorare la dimensione dell’essere “figli” nelle sue valenze teologiche, artistiche, culturali.

Il tema sarà affrontato da don Luigi Ciotti, madre Anna Maria Cànopi, il cardinale Gianfranco Ravasi e fratel Enzo Bianchi in quattro incontri di catechesi nel duomo di Novara nelle sere del 14, 21 e 28 marzo e del 4 aprile.

Narrato poi in musica l’11 aprile nella prima esecuzione dell’oratorio della Passione secondo Giovanni per soli, cori e orchestra, scritto da Alberto Sala su libretto di Rosanna Virgili. Celebrato infine il 18 aprile – Venerdì Santo – da una processione verso il duomo accompagnata da scene del Venerdì Santo di Romagnano e con la presenza della reliquia del miracolo della Pietà di Cannobio.

È proprio nel segno della venerazione di questa reliquia che il progetto ha inizio, quando il 5 marzo – Mercoledì delle Ceneri – essa sarà traslata nella Cattedrale di Novara, accompagnata da una delegazione di fedeli della Collegiata di Cannobio, in cui è custodita ininterrottamente dal 1522.

Info: www.passionovara.it oppure www.diocesinovara.it.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi