Un nuovo volume di Gianpaolo Salvini, già direttore de «La Civiltà Cattolica», racconta la biografia essenziale dell’arcivescovo che ha guidato per 22 anni la Diocesi di Milano.

di Pino NARDI

Salvini Velar artini

In 48 pagine è racchiusa un’essenziale ed efficace biografia di Carlo Maria Martini. Il gesuita, lo studioso, il biblista di fama mondiale, ma soprattutto il pastore, l’arcivescovo che ha guidato per oltre 22 anni la Diocesi di Milano. «Cardinale Carlo Maria Martini. Una grande figura della Chiesa» (Editrice Velar, 48 pagine, 3.50 euro) è il titolo del volumetto scritto da Gianpaolo Salvini, per molti anni direttore de La Civiltà cattolica.

«È stato una delle grandi figure che Dio ha donato alla Chiesa nell’ultimo secolo e la cui voce continuerà a risuonare nei cuori di molti credenti e non credenti – scrive Salvini -. La tomba nel “suo” Duomo di Milano è meta di continui pellegrinaggi di gente di ogni condizione che lascia fiori, accende una candela, ma soprattutto, prega. Segno che la sua lezione di vita e di santità non è passata invano».

Continua l’autore: «A breve distanza dalla sua morte non è facile in poche pagine tracciarne un profilo anche se sintetico. Lascio ad altri il compito di fare uno studio approfondito del suo pensiero e della sua opera. Né intendo qui confutare le letture parziali o deformate che inevitabilmente sono state fatte della sua figura, così esposta e spesso molto strumentalizzata. Vorrei piuttosto proporre qualche riflessione su alcuni aspetti che aiutino cogliere il significato della sua vita e la densità della sua testimonianza soprattutto del periodo in cui è stato Arcivescovo di Milano».

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi